Elezioni in Finlandia, Stubb bocciato dagli elettori

Il primo ministro costretto a lasciare l’incarico dopo 9 mesi d’attività

foto LaPresse

foto LaPresse

Alla fine il primo ministro uscente ha dovuto ammettere la sconfitta: Alexander Stubb, con il suo Partito di coalizione nazionale, ha ottenuto il 18,2% dei voti, mentre il Partito di centro finlandese – all’opposizione del vecchio Esecutivo – ha prevalso con il 21,2% dei consensi. Questo, dunque, il verdetto di una campagna elettorale prevalentemente incentrata sulla situazione economica della Finlandia. Si conclude dopo appena nove mesi il mandato di Stubb, giunto alla guida del Governo dopo le dimissioni di Katainen, approdato alla Commissione europea. Con un bottino di 37 eletti, il leader uscente si schiererà all’opposizione rispetto alla corazzata di Juha Sipila, che si è aggiudicata 49 seggi e dovrà adesso guidare la nuova stagione di riforme.