Dopo la promozione in Serie D, la Palmese realizza il suo sogno: il nuovo “Lo Presti”

La Palmese dopo aver disputato un campionato da record viene promossa in Serie D. Ora avrà anche il nuovo stadio

palmese BocaleLa Palmese dopo  un campionato da record è promossa in Serie D. Grande festa a Palmi che non ricorda una squadra così esaltante da anni. Una città dipinta di colori neroverdi. Intrisa di gioia. Esultante di felicità. Nella testa e nei cuori dei tifosi e della squadra però c’è un unico grande problema da risolvere: lo stadio. Il “Lo Presti” da troppo tempo degradato e trascurato. Le trasferte e le gare giocate in casa sul campo della squadra di Rosarno sono ancora troppo vivide nella mente dei palmesi per credere che la rivoluzione del campo, che la Palmese merita, possa avere il suo divenire. La successiva stagione giocata a Palmi e le prestazioni esaltanti dei calciatori creano un nuovo spirito nella cittadina reggina che ora “tutta” vuole e pretende un campo degno della Serie D.

Desiderio avverato per Palmi, quando oggi il sindaco Giovanni Barone ha annunciato come riporta il quotidiano “Gazzetta del Sud”: “Tutto ci unisce e niente ci divide dai colori neroverdi“. Annunciando quindi il via libera per la pubblicazione del bando tanto atteso per il riammodernamento del “Lo Presti”. Un sogno che si realizza per i cittadini palmesi che finalmente avranno il loro meritato campo da calcio. Un mese per la fine della gara d’appalto e poi 60 giorni per la posa del manto che sarà sintetico. Entro agosto la Palmese avrà un campo da gioco degno della suo blasone.

«È un risultato che era atteso da molti in città – ecco la soddisfazione del consigliere comunale Rocco Surace –. Oggi presentiamo finalmente il bando che permetterà alla nostra squadra di disputare a Palmi il prossimo campionato di Serie D, raggiunta grazie ad una stagione record. Come amministrazione voglio ringraziare i tecnici Scarfone e Stanganello per il lavoro svolto, e al contempo assicuriamo sportivi e dirigenti che seguiremo da vicino i lavori che partiranno al “Lopresti” affinché vengano realizzati a regola d’arte e nei tempi previsti».

Il consigliere Totò Stanganello poi  ha precisato che la gara sarà vinta dall’appaltatore che proporrà l’offerta economicamente più vantaggiosa che fissa il rispetto di alcuni principi come la qualità dei materiali, i tempi di realizzazione, la manutenzione del sintetico. Una giornata storica quella di Palazzo San Nicola insomma che mette finalmente d’accordo la squadra capitanata da Pino Carbone e l’amministrazione comunale.  «Quello che facciamo – ha evidenziato il sindaco – lo facciamo in sintonia con la dirigenza e la tifoseria della Palmese. Abbiamo ottenuto questo risultato grazie all’impegno del presidente ed alla nostra capacità di essere vicini alla Palmese». «Tutto è stato fatto per il bene della squadra – le parole del vicesindaco Giuseppe Saletta – grazie anche ai soldi messi a disposizione dalla Provincia e ben spesi dal Comune». Infine il consigliere comunale Antonino Randazzo, che ha rivendicato «l’impegno dell’ex assessore regionale Alfonso Dattolo a garantire al sindaco Barone il finanziamento da 350 mila euro che oggi ci permette di aprire l’iter per la posa del manto in erba sintetica al “Giuseppe Lopresti”».