Cosenza, donna trovata morta in casa: l’autopsia confermerebbe l’omicidio

Si attendono i risultati ufficiali dell’autopsia disposta sul corpo della donna trovata morta la settimana scorsa nella sua abitazione a Cosenza

 

ambulanza 6Patrizia Schettini: è il nome dell’insegnante di 53 anni trovata morta la settimana scorsa in casa sua, in contrada “Timpone degli ulivi”, a Cosenza.

Si era pensato subito ad un incidente, ad una caduta dalle scale, su cui la donna avrebbe perso l’equilibrio per un malore, eppure la magistratura inquirente ha deciso di disporre l’autopsia sul corpo dell’insegnante, considerando la presenza di ecchimosi e ferite apparse non riconducibili alla ipotizzata caduta.

L’esame autoptico, per l’appunto, per ora avvalorerebbe la tesi dell’omicidio, per strangolamento secondo quanto si apprende. Si ipotizza, inoltre, che la donna si trovasse in compagnia di qualcuno di sua conoscenza, visto che non sono stati rinvenuti segni di effrazione sul portone di ingresso dell’abitazione. Le indagini stanno proseguendo nel massimo riserbo; si sa solo che una persona è stata iscritta nel registro degli indagati, ma momentaneamente solo come dovere d’ufficio.