Coppie gay: ai figli il diritto di incontrare l’ex compagna della madre

Il tribunale di Palermo emette una sentenza storica per le coppie gay

Same-sex couple Ariel Owens (R) and his spouse Joseph Barham walk arm in arm after they were married at San Francisco City Hall June 17, 2008 in San Francisco, California. Same-sex couples throughout California are rushing to get married as counties begin issuing marriage license after a State Supreme Court ruling to allow same-sex marriage.  Justin Sullivan/Getty Images/AFP  = FOR NEWSPAPERS, INTERNET, TELCOS AND TELEVISION USE ONLY =E’ una sentenza storica per le coppie gay quella emessa dal Tribunale di Palermo, che ha riconosciuto alla ex compagna della madre biologica la facoltà di incontrare e tenere con sé i figli, secondo un calendario di incontri stabilito. Il diritto dei minori di mantenere con lei un rapporto stabile e significativo è stato riconosciuto e garantito con un decreto del 13 aprile. A renderlo noto è stato l’associazione di genitori omosessuali “Famiglie Arcobaleno”. Ad emettere la sentenza è stata la Prima Sezione Civile del Tribunale di Palermo. I giudici si sono espressi anche sulla base di una consulenza psicologica che ha accertato il legame familiare tra i figli e l’ex convivente della madre.