Concorso bidelli e personale ATA: usciti i bandi regionali [DETTAGLI]

Le figure interessate sono: Assistenti Amministrativi e Tecnici, Cuochi, Guardarobieri, Infermieri, Collaboratori Scolastici e Addetti alle Aziende Agrarie

scuola-3Il MIUR ha autorizzato gli USR, Uffici Scolastici Regionali, alla pubblicazione dei bandi e dei modelli di domanda relativi agli inserimenti del personale ATA per l’anno 2015 e 2016. Le figure interessate sono: Assistenti Amministrativi e Tecnici, Cuochi, Guardarobieri, Infermieri, Collaboratori Scolastici e Addetti alle Aziende Agrarie. Con i nuovi bandi finalmente potrà essere assunto per la prima volta un discreto numero di soggetti a tempo indeterminato e potranno essere aggiornate le graduatorie permanenti provinciali di tutti gli istituti. Gli Uffici Scolastici Regionali di Lazio, Piemonte, Friuli Venezia Giulia, Veneto, Marche ed Umbria hanno già provveduto a pubblicare i relativi bandi. Le regioni Sicilia, Molise, Puglia, Lombardia, Campania, Liguria, Sardegna, Toscana, Basilicata, Abruzzo, Emilia Romagna e Calabria provvederanno a breve. Per presentare la domanda di partecipazione, i modelli da compilare sono diversi (clicca sul modello di tuo interesse per scaricarlo):

  • Modello B1 per i nuovi inserimenti (2015/2016);
  • Modello B2 per aggiornare il proprio punteggio;
  • Modello G per l’inclusione nella prima fascia delle graduatorie (il documento sarà online a breve);
  • Modello F per la rinuncia all’attribuzione di rapporti di lavoro a tempo determinato per l’anno 2015/2016;
  • Modello H per l’attribuzione della priorità nella scelta della sede.

Possono partecipare i candidati in possesso dei seguenti requisiti:

  • essere in servizio in qualità di personale ATA a tempo determinato nella scuola statale nella stessa provincia e nel medesimo ruolo per cui si concorre;
  • oppure non essere in servizio ma essere inseriti negli elenchi provinciali per le supplenze della medesima provincia e del medesimo profilo per cui si concorre;
  • oppure essere inseriti nelle graduatorie, di circolo o d’istituto, di terza fascia (inerenti alle supplenze temporanee) per la stessa area provinciale;
  • titolo di studio idoneo per il profilo professionale per il quale si intende concorrere, in linea con quanto richiesto nei rispettivi bandi;
  • anzianità di almeno due anni di servizio, cioè 24 mesi, ovvero 23 mesi e 16 giorni, anche non continuativi.