Castorina: “importante dialogo con Roma. Reggio necessaria per il rilancio del Sud”

comune-reggio-calabria-palazzo-san-giorgio“C’e’ un’ importante discussione nazionale avanzata dall’Anci, con il nostro sindaco Giuseppe Falcomatà in prima linea rispetto al cosiddetto “decreto enti locali” che nei fatti con le modifiche dell’art 41 del decreto legge 66/2014 potrebbe dare la soluzione definitiva per la gestione dei servizi essenziali a Reggio Calabria come in altre importanti realtà del nostro paese. La situazione economica che vive il nostro comune tocca necessariamente una discussione sulla rinegoziazione dei mutui, la ricostituzione del fondo perequativo per compensare i Comuni penalizzati nel gettito dal passaggio dall’Imu alla Tasi, l’IMU agricola, con meccanismi di compensazione per i Comuni, la richiesta di maggiore flessibilità nella gestione del sistema di contabilità per gli enti locali, la riduzione dei tagli a carico delle Città metropolitane e quindi Reggio Calabria” afferma in una nota Antonino Castorina, capogruppo Pd inconsiglio comunale. “Rispetto a questo, pertanto, è già in programma l’apertura di un tavolo tecnico tra Governo e comuni per arrivare, poi, ad una proposta definitiva da presentare al Consiglio dei Ministri per un intervento risolutivo. Con il sindaco Giuseppe Falcomatà – continua- si sta procedendo spediti nell’unica e giusta direzione  per salvare Reggio. Un confronto serio e alla pari con il governo nazionale, consapevoli delle enormi difficoltà che viviamo, ma anche delle grandi potenzialità della Città  per il rilancio del Mezzogiorno, certi che uniti possiamo traguardare l’obiettivo – conclude- di riportare una nuova “primavera” in riva allo Stretto”.