Calabria: “la soppressione del Corpo forestale è un’assurdità”

In risposta alla strategia di Renzi che prevede tagli, per rinvigorire le casse dello Stato con la soppressione del Corpo forestale, interviene Giuseppe Graziano presente al Consiglio regionale calabrese

corpo-forestaleL’idea di sopprimere il Corpo forestale dello Stato, tra i più efficienti sul piano della sicurezza nazionale, è un’assurdità”. Non ha dubbi il consigliere regionale della Cdl Giuseppe Graziano, la cui mozione contro la soppressione è stata approvata all’unanimità nel corso dell’ultima seduta del Consiglio regionale. “Questo Paese – aggiunge – non può andare avanti senza una strategia. Il Governo Renzi, disattendendo i tanti proclami, si è preoccupato solo di tagliare fondi e servizi. Ma così facendo, si perde di vista ciò che veramente serve ai cittadini, mentre non s’innescano seri processi di sviluppo produttivo”. Ancora Graziano: “Massima soddisfazione per la ferma presa di posizione assunta dal Consiglio regionale della Calabria che, nell’esprimere pieno dissenso rispetto alla soppressione del Corpo forestale dello Stato come forza di polizia specializzata nella tutela dell’ambiente, del territorio, del patrimonio agro-alimentare e della biodiversità, ha dimostrato, grazie alla condivisione di tutte le forze politiche, grande senso di responsabilità”.  Conclude il consigliere regionale: “L’augurio è che Renzi, ascoltando anche il grido che parte dalla Calabria, si ravveda. E trovi altre soluzioni per far quadrare i conti pubblici. In Italia, annoveriamo tanti sprechi, alcuni eclatanti, e non credo che la cancellazione della Forestale sia fondamentale nel quadro di razionalizzazione delle risorse. Anzi: le spese aumenterebbero!