Calabria: già iniziati i lavori di messa in sicurezza della SS106 [FOTO]

La SS106 vede l’inizio della messa in sicurezza di quella che viene anche detta “la strada della morte”

02-mandatoriccioL’Associazione “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106 ci tiene a far sapere che i lavori di messa in sicurezza sulla ”strada della morte” sono iniziati.

L’Associazione “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106” informa i cittadini calabresi che sono già iniziati i lavori di messa in sicurezza sulla famigerata e tristemente nota “strada della morte”. Tali lavori (si tratta di rotatorie, svincoli, interventi su ponti, sostituzioni di guard-rail, ecc.), interesseranno tutte le province calabresi.
I comuni toccati saranno: Crotone, Isola Capo Rizzuto, Cutro, Cirò Marina (dove sono già iniziati i lavori per la realizzazione delle rotatorie), Cirò, Torre Melissa e Crucoli nella provincia di Crotone; Mandatoriccio (dove è già iniziata la realizzazione dello svincolo con rotatoria nei giorni scorsi), Calopezzati, Rossano, Cariati e Scala Coeli in provincia di Cosenza; Reggio Calabria, Motta San Giovanni, Montebello Jonico e Melito Porto Salvo in provincia di Reggio Calabria. Nella provincia di Catanzaro, invece, presto saranno avviati i lavori relativi ai ponti in corrispondenza dei torrenti “Ponzo”, “Vodà”, “Munita”,”Gallipari” e “Alaco”, così come ampiamente discusso anche con la Nostra Associazione nel merito dell’incontro (dicembre 2014), svolto in Prefettura e partecipata dall’Ex Prefetto di Catanzaro Dott. Cannizzaro.
L’Associazione “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106” pertanto si ritiene soddisfatta del grande impegno che l’Anas Spa in Calabria grazie anche alla sensibilità dell’Ing. Vincenzo Marzi ha iniziato ad avviare per migliorare la sicurezza della “strada più pericolosa d’Italia”, realizzando lavori di messa in sicurezza che saranno certamente utili per evitare vittime e feriti.
Siamo, inoltre, grati al tutte le istituzioni perché quando esse eseguono, come devono, il loro dovere, evitano ritardi, lungaggini e “paludi burocratiche” che non permettono l’avvio dei lavori nei tempi stabiliti. La Nostra Associazione, pertanto, nel rivendicare il proprio contributo all’immediato avvio dei lavori si augura che questi ultimi siano eseguiti nel migliore dei modi e conferma l’inizio di una nuova stagione sulla S.S.106 in Calabria volta alla realizzazione di diversi e svariati interventi di messa in sicurezza subito”.