Basket, Vis Reggio a Cefalù a caccia dei play off e del primato

Vladimir Pellegrino YasakovPrima contro seconda, ovvero il meglio che il girone siculo/calabro possa offrire. Zannella Basket Cefalù e Vis Reggio Calabria si sfideranno dopodomani in terra palermitana in quella che, classifica alla mano, si preannuncia come la partita più intensa e spettacolare del campionato. Posta in palio altissima specie per i reggini, ancora non certi della qualificazione alla post season, ma decisi a giocarsela a viso aperto per conquistare aritmeticamente i play off e rimettere completamente in discussione il primato del girone.

I bianco/amaranto di coach D’Arrigo si presenteranno nel caldissimo palazzetto siciliano senza uno dei loro uomini più in forma, Pasquale Tramontana. L’ala/pivot di Gallico, mvp nell’ultima vittoriosa trasferta della Vis a Siracusa, in settimana ha rimediato un sospetto stiramento al polpaccio. Oggi è prevista l’ecografia di controllo. Qualunque sarà l’esito (si spera in un problema di lieve entità), sicuramente non potrà essere della contesa dopodomani. Un problema in più per la compagine dello Stretto, in grado comunque di potersela giocare ad armi pari contro la capolista, come ha già dimostrato nella gara di andata vinta al fotofinish.

Vladimir Pellegrino Yasakov, centro italo/russo della Vis, si esprime così all’antivigilia del match: “Certamente non partiamo con i favori del pronostico. Il loro palazzetto è un fortino inespugnabile, un catino ribollente di tifo caldo e passionale. Il valore di Cefalù non si discute: non a caso sono in vetta alla classifica. Noi, da parte nostra, ci stiamo preparando al meglio, allenandoci con grande ritmo e intensità. Abbiamo la possibilità di blindare i play off e di arrivare primi. Ci proveremo, consapevoli che sarà durissima, ma altrettanto consapevoli di non avere nulla di meno rispetto a loro dal punto di vista fisico e tecnico”.

Palla a due domenica al Pala Ignazio Cefalù alle ore 18.

Arbitrerà la coppia siciliana composta da Salvatore di Mauro di Messina e Luca Massari di Ragusa.