Basket: impresa della Vis Reggio a Cefalù, centrati i play off

Zampogna contrastato da HudsonCarattere, determinazione, intensità, spirito di sacrificio, capacità di soffrire nei momenti topici del match, piglio autoritario da grande squadra, voglia di vincere ed un cuore grande così. Con questi ingredienti la Vis Reggio Calabria si regala una domenica da sogno, viola il fortino inespugnabile della capolista Cefalù, conquista i play off con una giornata di anticipo e tiene ancora in vita la possibilità di piazzarsi al primo posto al termine della regular season. Quella dei ragazzi di coach D’Arrigo è stata un’autentica impresa, contro una squadra fortissima che, non a caso, viaggia ininterrottamente al comando della graduatoria da fine novembre. Sul caldissimo parquet palermitano (sold out sugli spalti con un pubblico fantastico e sportivissimo che a fine partita ha riservato applausi a vincitori e vinti in egual misura) entrambe le compagini si presentano con due assenze pesanti. Cefalù deve rinunciare a Mollura (distorsione alla caviglia); la Vis deve fare a meno di Tramontana (stiramento al polpaccio), ma può nuovamente disporre di Carnazza.   L’inizio dei reggini, che faticano a trovare la via del canestro, non è dei migliori. Tuttavia i primi 10 minuti si chiudono con i padroni di casa avanti di sole 3 lunghezze (18-15). Nel secondo quarto la Vis sale in cattedra. Viglianisi e Zampogna mitragliano da tre punti e firmano un parziale di 8-0 che regala il +5 ai calabresi (23-28). Ma Hudson e un ispiratissimo Terrasi (top scorer del match con 23 punti) mantengono i siciliani a contatto. Dagli spogliatoi Grasso e compagni escono decisi ad imprimere all’incontro l’accelerata decisiva e, approfittando dell’immediato quarto fallo di Sodero (subito richiamato in panca da coach Priulla), sembrano riuscire nell’intento. Due volte i bianco/amaranto provano l’allungo (40-47 con un contropiede di Grasso e 50-58 con un coast to coast di Marzo), ma due triple di un indomito capitan Lombardo e un immenso Terrasi sotto i tabelloni ricuciono il gap in entrambe le occasioni. All’inizio dell’ultima frazione il solito Terrasi firma il sorpasso dei locali (61-60) realizzando 4 punti in fila. Il pubblico s’infiamma. Il Pala “Ignazio Cefalù” diventa una bolgia, un catino ribollente di tifo. Da quel momento in poi, però, i calabresi, con freddezza glaciale, prendono in mano le redini del match e non consentono più ai normanni di mettere la testa avanti. Zampogna è lucidissimo in cabina di regia, Pellegrino Yasakov e Warwick sono delle sentenze dentro il pitturato e arriva il break decisivo a 2 minuti dalla fine (65-73). Una tripla di Hudson ridà speranza ai locali (70-75), ma ormai è troppo tardi e i reggini, dopo il suono della sirena, possono far festa davanti allo spicchio di tribuna che ospitava una trentina di tifosi venuti da Reggio. Domenica prossima si chiude la regular season. La Vis ospiterà Patti (in lizza con Capo d’Orlando per la conquista del terzo e ultimo posto utile per i play off) e, battendola, chiuderà al primo posto il girone senza dover aspettare i risultati provenienti dagli altri campi.

Questo il tabellino della gara:

Zannella Basket Cefalù – Vis Reggio Calabria 70-76

(18-15, 38-40, 57-60)

Zannella Basket Cefalù: Cefalù 4, Hudson 20, Lombardo 11, Sodero 5, Terrasi 23, Listwon 4, Rosponi, Gallo 3, Mezzapelle N.E., Modaro N.E. Allenatore: Priulla. Assistente: Giambelluca.

Vis Reggio Calabria: Zampogna 14, Grasso 10, Pellegrino Yasakov 16, Warwick 17, Marzo 4, Stracuzzi 7, Viglianisi 5, Carnazza 3, Barrile, Di Dio. Allenatore: D’Arrigo.

Arbitri: Di Mauro di Messina e Massari di Ragusa.