Barcellona P.G: il Commissario Bellomo traccia gli obiettivi. Intanto arriva la stangata sul bilancio per due cause perse

11160414_10204639701489493_1093212327_nIl Commissario straordinario del Comune di Barcellona Pozzo di Gotto, dott. Fulvio Bellomo, nella mattinata odierna, nel corso di una conferenza stampa che si è svolta al Comune di Barcellona Pozzo di Gotto, ha fatto il punto della situazione dell’Ente, in particolare dal punto di vista finanziario e dei lavori pubblici. Di seguito in sintesi le priorità che il Commissario cercherà di portare a termine nel periodo del proprio mandato a Palazzo Longano.

Sto cercando di sbloccare tutto cio’ che tecnicamente si puo’ sbloccare – dichiara Bellomo. Nello specifico mi sto occupando dell’aggiudicazione del progetto per la riqualificazione del quartiere Immacolata, che prevede la realizzazione di parcheggi, viabilità e rifacimento dei marciapiedi esistenti. Tale progetto prevede la creazione di una nuova viabilità di collegamento tra la via Leopardi ed il complesso dei Basiliani, compreso un canale pedonale, con scalinata e marciapiedi, tra la via Immacolata e lo stesso complesso, oltre alla creazione di nuove aree destinate a parcheggi per automobili e al rifacimento dei marciapiedi di una vasta area, comprendente parte della via Garibaldi, via Umberto I, via Regina Margherita e via Immacolata. Inoltre – rimarca Bellomo – sto puntando a fare ripartire i progetti di Pozzo di Gotto, Marsalini, Via Roma, della Villa Levi e della Villa Comunale. 

Un cenno Bellomo l’ha fatto anche sulla situazione economico-finanziaria dell’Ente. “Tra qualche giorno – dichiara – approverò il Consuntivo dello scorso anno, ma proprio in mattina ho saputo che il Comune ha perso due cause civili, presentate da due ditte diverse, per degli espropri avvenuti negli anni passati nella zona del mercato ortofrutticolo del quartiere di Sant’Andrea. Oltre 3 milioni e 244 mila di debiti fuori bilancio per queste due cause andate male.  Questo è un piccolo campanello dal’allarme per il nostro Ente, ma non sono a rischio gli stipendi dei dipendenti. Preciso che queste sono cause datate nel tempo”.

Infine, Bellomo ha dato rassicurazioni sul Ponte di Calderà, confermando l’affitto momentaneo per quello provvisorio, e rassicurando allo stesso tempo sulla realizzazione di quello definitivo in tempi brevi. “Abbiamo proseguito l’affitto del ponte provvisorio. Non verrà rimosso, con il Comune che pagherà circa 40 mila euro. Penso che per il ponte definitivo i tempi non siano particolarmente lunghi, con la Provincia che ha già inviato l’elenco a Palermo. Aspettiamo adesso solo l’approvazione del bilancio e della finanziaria da parte della Regione”.