Barcellona P.G, Amministrative 2015: il candidato sindaco Roberto Materia si è presentato alla città [VIDEO INTEGRALE]

materiaIn una conferenza stampa estremamente affollata di sostenitori, cittadini ed operatori media, il candidato a Sindaco per le amministrative di Barcellona Pozzo di Gotto Roberto Materia ha presentato linee programmatiche e squadra elettorale, rappresentata in maggioranza da giovani capaci di formare ben sette liste: Daniela Aspa (Barcellona Viva), Pietro Maio (Partecipazione Popolare), Riccardo D’Amico (Unione e Partecipazione), Paolo Calabrò (Roberto Materia Sindaco), Maria Miano (Alternativa Nazionale), Gianluca Sidoti (Nuova Alleanza) ed Elisabetta Formica (Forza Barcellona Pozzo di Gotto).

Ringrazio per la vostra presenza in qualità di operatori della informazione, poiché reputo la vostra attività di grande importanza nella vita di ogni cittadino. Se oggi ci troviamo a questo punto è perché l’Amministrazione Comunale decaduta è stata sfiduciata dall’umore della gente di cui molti consiglieri si sono fatti legittimi interpreti. La sfiducia è stata votata dal centro-destra e da una parte del centro-sinistra, mentre la decadenza dopo solo trentatré mesi ed al primo mandato è, in Sicilia, un caso unico di cortocircuito politico a cui è seguita un’approfondita analisi sfociata nell’individuazione di Roberto Materia come sintesi. Successivamente a ciò ho ritenuto necessario ascoltare i cittadini, le associazioni e le categorie per farmi un’idea chiara di come la Città dovrà ripartire. Su questi presupposti è nato il progetto civico unitario, che ha messo insieme peculiarità diverse, senza perdere la propria identità, che secondo noi permetterà a Barcellona Pozzo di Gotto di tornare faro della provincia, senza complessi di inferiorità e con la consapevolezza di poter contare su eccellenze assolute: i giovani”.

“La nostra squadra non avrà un Sindaco e sei Assessori, ma sette Sindaci di assoluto valore che riempiranno di contenuti lo slogan scelto per la campagna elettorale: #nientepaura, #insiemecelafaremo. Metteremo al primo posto del nostro agire quella quotidianità che oggi sembra essere diventata l’eccezione; avremo un occhio di riguardo verso tutte le forme di disagio sociale, dai disabili agli anziani, sino alle famiglie piene di dignità nonostante le difficoltà del presente. Affinché si possa rimettere in moto la Città, lavorerò su quei valori che mi hanno accompagnato ogni giorno della mia vita: lealtà, correttezza, operosità, fiducia. Da quaranta anni vivo con la passione della politica e ritengo segno distintivo quello di non rinnegare mai il proprio percorso. Discorso diverso è constatare una mutazione del tempo che rappresenta oggi l’imprescindibilità del cambiamento sostanziale; questo mi chiedono i cittadini che incontro ogni giorno in strada donandomi una grande responsabilità mista a gratificazione. Sono tante le persone che si stanno spendendo nella nostra squadra per la voglia di fornire un contributo concreto e migliorare la vivibilità di Barcellona Pozzo si Gotto, attraverso la serenità d’animo ed un confronto utilizzato come metodo di governo. Attraverso il supporto delle nuove tecnologie, oltre che della presenza continuativa e quotidiana nel territorio, intendiamo ricevere spunti dai cittadini tutti, soprattutto da quelli che oggi non la pensano come noi. L’indirizzo di posta elettronica info@robertomateria.it è a disposizione proprio per questo, rendere le nostre ricette sempre più ricche dei suggerimenti di artigiani, commercianti e di tutte le forse produttive e propulsive del nostro territorio. Noi non scompariremo dopo le elezioni, ma continueremo a spenderci per e nella collettività”.

“Il bene comune è stato sempre il mio orizzonte, come quando da Presidente dell’Ente Sviluppo Agricolo ho ereditato una struttura con un passivo di 20 milioni di euro per lasciarla (conti certificati dalla Corte dei Conti e dall’istituto bancario Unicredit) in utile. Sono arrivato finanche a dormire sui divani della Regione per garantire ai lavoratori dell’ESA gli stipendi. Sono stato io ha permettere il finanziamento di 5 milioni di euro per il mercato ortofrutticolo ed un progetto altrettanto importante ho intenzione di portare a termine, quello di un’expo permanente del florovivaismo per il quale avevo già fatto approvare un progetto di finanziamento di ulteriori 5 milioni di euro, salvo poi -a causa delle decisioni della Giunta Lombardo- essere stati deviati a Catania e Palermo. Sempre da Presidente dell’ESA ed in collaborazione con l’ex Ingegnere Capo della Protezione Civile Sciacca, ho garantito la risagomatura degli alvei di Giampilieri dopo l’alluvione. Altro punto caratterizzante del nostro agire sarà quello di perseguire la ricchezza sociale attraverso progetti specifici, come quello del turismo sociale con investimenti per la messa in sicurezza e viabilità delle nostre colline, dove, con un abbraccio alla Città, potranno nascere strutture ricettive integrate nel verde di quei territori. Una grande valorizzazione del Teatro Mandanici, simbolo oggi di potenzialità inespresse, facendolo diventare un continuativo punto di riferimento culturale a livello regionale, nazionale ed internazionale. Respiriamo aria positiva e siamo pronti ad andare incontro a ciò che ci chiedono i cittadini: serenità e sviluppo”.

CLICK QUI PER VEDERE IL VIDEO