Banda di narcotrafficanti con basi in Calabria e Campania, un arresto in Spagna

Da tempo si era stabilito in Spagna, dove teneva i contatti tra trafficanti iberici e quelli del capoluogo campano

arresti-manetteUn trafficante di droga napoletano, Carlo Leone, di 55 anni, da sei anni latitante, e’ stato arrestato in Spagna dai Carabinieri del Comando provinciale di Napoli e dalla Guardia civil. Leone, ritenuto dalla Direzione distrettuale antimafia (Dda) partenopea vicino al clan camorristico napoletano degli ‘Elia’, era latitante dal 2009. Nei suoi confronti era stata emessa dal gip di Reggio Calabria un’ordinanza di custodia cautelare in carcere perche’ ritenuto componente di una banda di narcotrafficanti con basi in Calabria e Campania che aveva esteso le proprie attivita’ illecite anche in Spagna e in Sud America. Di recente Leone e’ anche stato segnalato per essere inserito nella lista dei latitanti piu’ pericolosi. Da tempo si era stabilito in Spagna, dove teneva i contatti tra trafficanti iberici e quelli del capoluogo campano. Aveva il compito di prendere in consegna le partite di cocaina e hashish che poi distribuiva nei quartieri del centro di Napoli. Durante la latitanza ha frequentato persone del posto e lussuosi ristoranti della ‘Costa del Sol’. Dopo essere stato localizzato dai militari dell’Arma in un bar-ristorante di San Pedro di Alcantara, dove solitamente trascorreva serate mondane e week end, ieri e’ stato pedinato e bloccato dai militari della Unitad central operativa della Guardia civil e dai Carabinieri, mentre passeggiava, da solo, nella zona pedonale della cittadina spagnola. Leone e’ stato chiuso in un istituto penitenziario della zona. Ora e’ in attesa dell’estradizione in Italia.