Assunzioni nel settore sanità in Calabria: l’Usb richiede un incontro ad Oliverio e Scura

sanità“A seguito degli annunci diffusi dalle testate giornalistiche, la scrivente organizzazione sindacale ritiene opportuno un incontro propedeutico al piano di assunzioni nel settore sanità nella nostra regione. L’incontro è ritenuto necessario in considerazione del fatto che dalle istituzioni regionali è stato dichiarato che le Aziende sanitarie potranno cominciare ad assumere secondo priorità e secondo un preciso budget economico; alla luce di ciò, la scrivente O.S. ritiene che, prima di partire con le assunzioni, siano esse a tempo determinato che a tempo indeterminato, occorra prioritariamente stabilire un indirizzo politico univoco su tutto il territorio, al fine di evitare possibili disuguaglianze nei criteri di assunzione tra le varie provincie” scrive l’Usb Calabria. “L’aver letto, infatti, che le “aziende ospedaliere e sanitarie potranno agire, in modo autonomo, con la struttura commissariale che vigilerà” – continua- suscita preoccupazione in questa Confederazione regionale, in quanto l’enunciato non è assolutamente sinonimo di omogeneità sul territorio calabrese in materia di riorganizzazione e riqualificazione dei servizi sanitari, territoriali ed ospedalieri. Ecco allora – conclude- che l’incontro richiesto diventa fondamentale per comprendere le intenzioni della giunta regionale e per avviare un confronto sui criteri da adottare.”