Il vicepresidente della commissione antimafia dichiara su Facebook le sue intenzioni investigative

“S’ndagherà anche su carriere costruite all’ombra di uan presuta lotta alla mafia”, dichiara Claudio Fava

mafiaPer la prima volta nella sua storia, la Commissione Antimafia non indagherà solo sui mafiosi ma anche su chi ha costruito carriere e potere all’ombra di una presunta lotta alla mafia“. Lo scrive su Facebook il vicepresidente della Commissione Antimafia, Claudio Fava, in questi giorni in Sicilia per una missione, con il presidente Rosy Bindi e una delegazione della Commissione. “Per salvare il lavoro prezioso costruito in questi anni da un’antimafia sociale, concreta, coerente, da Libera ad Addiopizzo – spiega Fava - dobbiamo metterci tutti la faccia: togliere le maiuscole e i pennacchi all’Antimafia, smascherare le autocelebrazioni, dare nomi e cognomi a chi ha trasformato questo impegno in una risorsa di potere personale, di vanità, di esibizione. L’Antimafia di facciata e di parata, vuota e finta, a volte fa più danni della mafia“.