Trattativa Stato-mafia: “patto tra FI e boss”

processo“Non esisteva in Sicilia nessun partito politico in grado di vincere le elezioni senza il volere di Cosa nostra. Mafia e politica, almeno fino al 1995, erano la stessa cosa. Ci fu il periodo del partito Radicale, poi quello Socialista, poi venne il momento di Berlusconi”. Lo ha detto il pentito Pasquale Di Filippo, durante la sua deposizione al processo sulla trattativa Stato-mafia. Il collaboratore si è detto certo dell’esistenza di un patto tra la mafia e Silvio Berlusconi.