Taormina, il comparto turistico si mobilita: il 15 aprile una grande manifestazione dei sindacati

Fra Expo e Giubileo il turismo diventa un’enorme opportunità. I sindacati protestano contro la precarietà degli operatori

teatro-greco-taormina11Fisacat, Filcams e Uiltucs scendono in piazza per protestare contro lo stallo dei tavoli negoziali: nel mirino delle sigle sindacali il mancato rinnovo dei contratti nel comparto turistico. I lavoratori incroceranno le braccia a Milano (sede dell’Expo), a Roma (in vista del Giubileo) e a Taormina. La realtà in provincia di Messina è stata scelta simbolicamente in rappresentanza di tutto il meridione. Nelle scorse settimane la Cisl aveva denunciato come, con la nuova Naspi nel Jobs Act, i lavoratori avrebbero perso l’accesso ai sussidi, andando incontro – in quanto stagionali – a un taglio di oltre il 50% del valore.

I nuovi contratti nazionali del Turismo – ha affermato il segretario generale della Fisascat Pierangelo Raineridovranno contemplare anche norme contrattuali per il consolidamento del welfare di settore e per il rafforzamento della contrattazione decentrata, alla quale, non dimentichiamo, sono demandate anche le materie per affrontare una crisi che continua purtroppo a produrre effetti, ma che non deve continuare ad avere ripercussioni sui livelli occupazionali, sulla qualità del lavoro e dunque anche sulla competitività delle imprese del turismo”.