Sicilia, uccise moglie: confermati 14 anni di carcere

Coltello La Corte di Cassazione ha confermato la condanna a 14 anni di reclusione inflitta dalla corte d’appello di Catania al il metronotte gelese Nicola Incorvaia, di 30 anni, che la sera del 22 maggio 2010, per motivi di gelosia, uccise a colpi di pistola la moglie, Emanuela Vallecchi, 22 anni, davanti alla loro figlioletta che all’epoca dei fatti aveva appena 2 anni. La difesa ha chiesto il riconoscimento dell’attenuante della provocazione.