Sicilia, colpo a sorpresa di Raffaele Lombardo: nella difesa c’è Franco Coppi

Il giurista che ha già supportato Andreotti e Berlusconi va alla corte difensiva dell’ex governatore siciliano

foto Andrea Di Grazia/Lapresse

foto Andrea Di Grazia/Lapresse

Sei anni in primo grado hanno indotto Raffaele Lombardo ad un cambio della guardia nella sua linea difensiva. Stamane, infatti, pochi minuti prima dell’ingresso in aula per l’udienza del processo d’appello, l’ex governatore si è presentato ai microfoni dei giornalisti annunciando una novità, una sorpresa dal sicuro impatto mediatico. Ad assumere le redini del processo in nome e per conto dell’ex leader del Movimento per l’Autonomia sarà infatti il giurista Franco Coppi, già legale di Giulio Andreotti e artefice della linea difensiva di Silvio Berlusconi nel processo Ruby Bis. Un colpo di teatro che ha spiazzato gli osservatori, attirando l’attenzione dei cronisti della giudiziaria. Coppi, frattanto, ha  strappato il primo risultato, ottenendo un rinvio alla fine di maggio, considerata l’esigenza di visionare gli atti.