San Luca (Rc): denunciata una casalinga 48enne per truffa e simulazione di reato

carabinieriIn San Luca, i Carabinieri della locale Stazione hanno denunciato in stato di libertà una casalinga 48enne del luogo, per truffa e simulazione di reato; la prevenuta, delegata dal padre al ritiro della pensione presso il locale l’ufficio postale, avendo ricevuto una lettera dall’INPS nella quale veniva disposta la restituzione della somma di quasi 800€ – corrispondente all’ammontare del pagamento elargito e dalla stessa ritirato nel mese successivo al decesso del genitore – ha sporto denuncia asserendo che quanto riportato nella comunicazione non corrispondeva al vero. A seguito di indagini tecniche condotte dalla Sezione grafica e fonica del Reparto Investigazioni Scientifiche (RIS) di Messina e consistite in una perizia tecnico-grafica su una serie di documenti acquisiti, è stato accertato che la donna, la cui firma coincideva esattamente con quella presente sul modulo di prelievo bancario, aveva effettivamente riscosso indebitamente l’emolumento erogato a favore dell’ormai defunto congiunto, circostanza, quest’ultima, sempre negata dalla stessa nel corso delle indagini.