Reggio: “soddisfazione per il ‘no’ alla centrale di Saline Joniche”

centrale carbone saline joniche“Finalmente una buona notizia per Reggio Calabria! La centrale a carbone di Saline Joniche non si realizzerà. Ciò a seguito di una sentenza del TAR del Lazio che accoglie i ricorsi di numerose associazioni ambientalistiche nonché dei rilievi presentati dai presidenti pro tempore della Regione Calabria (2009 e 2010/2012). Nel leggere la sentenza i Repubblicani esprimono piena soddisfazione per quanto deciso dal TAR” affermano in una nota i repubblicani reggini. “L’articolata e complessa nonché puntuale illustrazione degli avvenimenti che giustificano il giudizio finale dà pieno significato all’azione politica dei Repubblicani reggini. Fin dagli albori della richiesta della Sei per la costruzione della centrale a carbone i Repubblicani organizzarono una protesta davanti ai cancelli dell’ex Liquichimica. Proseguirono poi con manifestazioni, grafici murali e con la raccolta di firme per sostenere la loro contrarietà alla costruzione di una centrale la cui potenza produttiva non era certamente di poco conto (1320 megawatt) e non serviva per niente a Reggio e alla Calabria. A nulla – continua-  potevano valere i contatti con il Comune dove ricadeva il territorio interessato, e ciò, detto con grande rispetto e salvaguardia dell’autonomia locale, dopo l’istituzione della Città Metropolitana, essendo quest’ultima responsabile della gestione del suo territorio su cui verosimilmente ricadrà il territorio del comune di Montebello. Un’ultima notazione: non è sufficiente – conclude la nota- il parere di valutazione ambientale che riguardi solamente i terreni viciniori alla centrale. Gli effetti sociali, economici e ambientali ben ricadono su un territorio più vasto”.