Reggio: “serve un’azione più coraggiosa per garantire i servizi alla prima infanzia”

palazzo san giorgio“Il grave disagio economico e sociale in cui la nostra Città versa imporrebbe all’amministrazione comunale di intraprendere azioni davvero coraggiose ed incisive -rispetto alle  timide scelte, allo stato solo dichiarate, in questo primo scorcio di legislatura- per ammortizzare i rischi di disgregazione sociale che derivano dallo stato di indigenza e nello stesso tempo offrire un adeguato livello dei servizi alla prima infanzia”.

E’ quanto affermano Pasquale Imbalzano e Luigi Dattola rispettivamente capogruppo e consigliere comunale del Nuovo Centrodestra al Comune di Reggio Calabria. “La notizia appresa dagli organi di stampa secondo la quale sarebbe in predicato la volontà di procedere al bando di gara per l’affidamento di alcune strutture nido presenti sul territorio comunale, se per un verso potrebbe rappresentare una buona notizia, per altro – tuttavia-  cozza inesorabilmente  con l’inerzia dei vertici di Palazzo S. Giorgio quanto alla non avvenuta erogazione di diverse mensilità per l’anno 2014 nei confronti della scuole paritarie della Città in riferimento ai servizi mensa e  alle somme per il riconoscimento del diritto allo studio istituito con l.r. 27/1985. Ancor più grave se si consideri l’encomiabile attività degli operatori di queste strutture, vessate negli ultimi anni da sistematici ritardi nell’erogazione delle risorse, che continuano ad assolvere il rispettivo ruolo educativo e sociale con puntuale regolarità -in particolare a favore delle famiglie più indigenti- e nei fatti realizzando una fondamentale e non più sostituibile  funzione socio-educativa ”, aggiungono Pasquale Imbalzano e Luigi Dattola.

Come palese e ingiustificabile contraddizione appare essere quella della totale assenza -dopo diversi mesi dall’inizio della legislatura- di un programma di interventi di manutenzione e miglioramento dei livelli di accessibilità e sicurezza delle aree attrezzate a giochi e sport per i bambini, sia per quanto riguarda alcune delle strutture già esistenti, quanto di quelle che dovrebbero essere realizzate nei quartieri ad elevatissima dimensione abitativa ed elevato rischio di disgregazione sociale presenti a nord e a sud di Reggio”, continuano Pasquale Imbalzano e Luigi Dattola .

“Riteniamo che sia necessario -non solo a parole ma anche nei fatti- promuovere e sostenere il territorio in cui si vive, valorizzandone le risorse, stimolando la cultura dell’infanzia con azioni mirate e di sistema, offrendo ai cittadini luoghi di crescita, benessere e condivisione, realizzando per il mondo dell’infanzia contesti educativi e formativi che rispondano alle rispettive esigenze e ai bisogni sociali”, concludono Pasquale Imbalzano e Luigi Dattola.