Reggio: “non esistono alternative alla famiglia, chiesta audizione in Commissione”

Stamattina i rappresentanti dell’Associazione Nazionale Famiglie Numerose, del Circolo Voglio la Mamma, del Forum delle Associazioni Familiari, de La Manif Pour Tous hanno chiesto e protocollato domanda al  dott. Demetrio Martino ed al presidente del Consiglio Comunale di essere convocati in audizione per discutere la proposta del registro comunale delle unioni civili

Famiglia1-615x380Stamattina i rappresentanti dell’Associazione Nazionale Famiglie Numerose, del Circolo Voglio la Mamma, del Forum delle Associazioni Familiari, de La Manif Pour Tous, con lettere separate “hanno chiesto e protocollato domanda al presidente della Commissione Permanente ‘Statuto e Regolamenti’ del Comune di Reggio Calabria, dott. Demetrio Martino, ed al presidente del Consiglio Comunale, dott. Demetrio Delfino, di essere convocati in audizione per discutere la proposta del registro comunale delle unioni civili. Nelle lettere si legge che tali “tematiche di natura etica auspicano e necessitano un dibattito ampio e che coinvolga direttamente diverse parti della cittadinanza”. Per tale motivo le dette associazioni hanno formalmente presentato tre richieste. La prima è di essere, appunto, convocati in audizione “per consentire (…) di partecipare in maniera costruttiva al dibattito che porterà al successivo voto del regolamento sul registro delle unioni civili” e dare le ragioni del proprio no a tale proposta ribadendo che non esistono alternative alla famiglia. La seconda è “di ricevere con congruo anticipo rispetto all’eventuale audizione copia del testo del regolamento comunale per il registro delle unioni civili in modo da poter dare un contributo attraverso un suo studio approfondito”. Ed infine si chiede “di conoscere quali sono i soggetti (persone, enti gruppi e associazioni) che stanno contribuendo alla stesura del regolamento comunale per il registro comunale delle unioni civili.” In attesa di ricevere risposta dalla Commissione, unitamente le associazioni già citate continuano a chiedere pubblicamente un incontro al sindaco Giuseppe Falcomatà per discutere le politiche che intende intraprendere il Comune in favore delle famiglie”.