Reggio: lettera aperta al governatore Oliverio

mario-oliverioLettera aperta al governatore Oliverio di Angela Pellicanò Labate:

Egregio presidente…chi le scrive è una donna calabrese come lei…che da 4 mesi ha abbracciato la causa della mobilità in deroga facendo delle proteste e dei blocchi, A Reggio Calabria, il suo pane quotidiano, quello che le sto per scrivere non vuole essere il solito salemellecco, che la gente le pone solo per attirare la sua attenzione, non mi serve e sarebbe solo infruttuoso per il futuro dei 28.000 disperati come mio marito.usto Sono una donna di destra, da sempre, votato e fatto votare destra, per gli ideali, per i modi, e per il passato, negli ultimi 12 anni ho commesso, per la mia città, per la mia calabria, l’errore più grande della mia vita, visto i risultati e visto i modi, in cui la nostra adorata regione ha toccato il fondo storico. Nelle comunali della mia città, e nelle regionali, per la prima volta ho appoggiato la sinistra, nel mio adorato sindaco Giuseppe Falcomatà e poi nelle regionali, nella sua, a primo acchitto, splendida persona. Presidente amo la politica e la seguo da quando avevo 12 anni, ma l’ho sempre rifiutata e non l’ho mai fatta, per non cadere nella corruzione e nella collusione che anche i più onesti cadono, o ne sono colpiti di riflesso, lei è un uomo giusto, lei è un uomo onesto, lei soprattutto è un uomo sensibilmente forte, ed io e il mio gruppo “MOBILITA’ IN DEROGA PROVINCIA DI REGGIO CALABRIA”, non la lasceremo mai da solo, nel nostro piccolo saremo come soldatini in trincea a tutelare il suo mandato, perchè la prima cosa che ha fatto a 24 ore dal suo insediamento è stata quella di dare un pò di respiro alle nostre famiglie, spero che i 40 milioni di euro sbloccati in data di ieri 16/12 servano a completare il 2013 ed ad iniziare il 2014, ma soprattutto, PRESIDENTE si deve parlare di politiche attive serie, atte a creare il tanto sospirato lavoro, per ridare dignità ai calabresi onesti come lei e me, ieri lei ha avuto un incontro fruttuoso con le sigle sindacali della nostra regione, ma quello che le chiedo e che la sua trasparenza e lealtà possa essere dimostrata ancora più ampiamente se lei o chi per lei, a questi incontri faccia intervenire anche una delegazione di lavoratori, io sono sempre disponibile al dialogo aperto con la nuova politica che ci governerà, quindi nel salutarla, mi permetta di darle un forte abbraccio da parte dei 610 membri del mio gruppo e le lascio il mio contatto per qualsiasi evenienza. Dimostriamo che la nostra Calabria non è solo il fanalino di coda, non è solo ndrangheta, ma è un popolo di oneste persone che possono e debbono capitanate da lei, risollevare la testa, facciamo un tavolo tecnico permanente, dove c’è sempre qualcuno dei suoi che ci sta vicino e che soprattutto tenga a mente che si svolga nella massima trasparenza UNA POLITICA ATTIVA ONESTA !!! UN ABBRACCIO IMMENSO PRESIDENTE LEI E’ UNO DI NOI IN MEZZO A NOI.

Angela Pellicanò Labate