Reggio: inaugurato ieri alla stazione un nuovo Help Center per aiutare i senza fissa dimora

stazione ferroviaria di Reggio CalabriaUn nuovo Help Center per le persone in condizione di grave emarginazione sociale, senza fissa dimora e con difficolta’ economiche, sanitarie o relazionali, e’ stato inaugurato ieri nella stazione ferroviaria di Reggio Calabria. Alla cerimonia, organizzata in occasione della “Giornata Internazionale contro il razzismo” hanno partecipato il sindaco, Giuseppe Falcomata’, l’assessore comunale Politiche Sociali, Giuseppe Marino, il direttore dell’Osservatorio Nazionale sul Disagio e Solidarieta’ nelle Stazioni Italiane (ONDS), Alessandro Radicchi, il direttore della Caritas, Don Nino Pangallo, la consigliera delegata dal presidente pari opportunita’, Giovanna Martelli, il Coordinatore Intergruppo Immigrazione e Cittadinanza, Khalid Chaouki, il direttore generale Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali della Presidenza del Consiglio dei Ministri, Marco De Giorgi. Per il Gruppo FS sono intervenuti Fabrizio Torella, responsabile Attivita’ Sociali d’Impresa e Rapporti con le Associazioni, e Filippo Catalano, Direttore Territoriale Produzione Reggio Calabria di Rete Ferroviaria Italiana. Nato dalla collaborazione tra Ferrovie dello Stato Italiane e Comune di Reggio Calabria, l’Help Center della stazione centrale rientra nella rete coordinata ONDS, progetto di FS Italiane e ANCI che conta, a oggi, 14 centri di accoglienza in altrettanti terminal ferroviari ed e’ integrato con servizi di prossimita’ comunali (Servizio mobile di sostegno, Unita’ di strada, progetto Citta’ Invisibili). Collocato negli spazi dedicati nell’edificio ferroviario di via Barlaam, il centro, denominato “Casa di Lena”, e’ gestito dalla Caritas diocesana che si avvale della collaborazione di Acifjf, Agesci (Rc1 e Rc9), Comunita’ di Sant’Egidio, Maestri di speranza, Masci Rc5. I locali sono stati concessi in comodato d’uso gratuito dal Gruppo FS Italiane all’Amministrazione comunale. Attivo in via sperimentale dal 31 dicembre scorso, sara’ ora aperto tutti i pomeriggi dal lunedi’ al venerdi’ dalle 17 alle 20 e il giovedi’ e il sabato dalle 9 alle 12. Fra le sue attivita’ anche il monitoraggio degli ambienti della stazione e il raccordo con il mondo del volontariato. A tutti coloro che si rivolgono allo sportello e’ offerta la possibilita’ di ricevere indicazioni precise su indirizzi, orari e modalita’ d’accesso ai servizi presenti sul territorio, con l’obiettivo di rispondere nella maniera piu’ idonea e tempestiva possibile alla richiesta che le persone esplicitano. Qualora la situazione lo richieda, saranno gli stessi operatori a prendere contatto con i servizi, per facilitare l’ingresso attraverso un passaggio di informazioni mirate. Oltre a quello di Reggio Calabria, altri 14 Help Center sono presenti nelle stazioni italiane: Bologna, Chivasso, Torino, Milano Centrale, Genova Cornigliano, Firenze Santa Maria Novella, Pescara Centrale, Roma Termini, Napoli Centrale, Foggia, Melfi, Catania Centrale, Messina e Bari. Prossimamente saranno aperti nuovi Help Center a Trieste e Viareggio ed e’ in programma l’ampliamento della sede di Bari. Come si evince dall’ultimo Rapporto ONDS 2013, gli Help Center hanno effettuato 215mila interventi, intercettando circa 25mila persone disagiate che frequentano le stazioni. Infine e’ in fase di studio l’apertura di nuovi centri di accoglienza a Genova Piazza Principe, Venezia Mestre, Palermo, Livorno, Pisa, Pistoia e Villa San Giovanni.