Reggio: i consiglieri comunali rappresentati di Reggio Futura ribadiscono l’unione e l’integrità della loro coalizione

Antonino Maiolino, Antonino Matalone e Giuseppe D’Ascoli esprimono i loro pareri sull’attuale amministrazione

IMG-MaiolinoMataloneDascoliLa rappresentanza di Reggio Futura, nel Consiglio comunale della Città di Reggio Calabria, composta dai Consiglieri Antonino Maiolino, Antonino Matalone e Giuseppe D’Ascoli intende precisare che: “nonostante le interpretazioni gratuite giornalistiche è un gruppo coeso che ha dato prova della propria determinazione in questi mesi di avvio del nuovo Consiglio comunale in particolare basti guardare al lavoro svolto nelle varie commissioni nei quali vi sono propri rappresentanti ed alla posizione dei consiglieri nelle sedute del Consiglio. E’ utile ribadire che Reggio Futura è risultata nella competizione elettorale per il rinnovo del Consiglio comunale dell’ottobre 2014 il gruppo di minoranza che ha avuto il maggior numero di consensi. Reggio Futura, nonostante la mancanza di riferimenti partitici a livello nazionale ha come riferimento il centro destra nella sua variegata composizione. Pertanto, la partecipazione o la vicinanza a rappresentanti istituzionali eletti e non nelle file del centro destra o a gruppi appartenenti alla stessa area non è dimostrazione o volontà di “cambiare pelle” ma è semplicemente l’interesse a partecipare al dibattito politico interno al centro destra nel momento attuale di riorganizzazione. Tutto ciò sottolinea la libertà dei singoli consiglieri che pur appartenendo ad un gruppo ben connotato non rimane chiuso dietro logiche di vecchio stilema partecipa attivamente e liberamente a processi politici di respiro nazionale”.

“La difficile situazione politica che il Paese sta attraversando, – continuano i consiglieri – si ripercuote inevitabilmente anche all’interno del nostro Consiglio Comunale. La crisi delle logiche di Partito e le contraddizioni che questa provoca sono purtroppo sotto gli occhi di tutti. E’ necessario allora che si individuino nuovi percorsi, per farsì, che l’attuale momento di transizione si risolva in un nuovo quadro politico. Il nostro gruppo di Reggio Futura, pertanto, rappresenta un vero punto di riferimento per tutti i moderati colpiti dalla mancanza di un progetto politico degno della nostra grande tradizione. Un’espressione, che superi la staticità dell’attuale partitismo pur lasciando ad ognuno la piena autonomia di adesione a ciò che resta dei Partiti che si collocano all’interno della nostra area nel solco del riformismo liberale rappresentato dal popolarismo europeo”.

“Siamo convinti che oggi più che mai occorra sempre e comunque tutelare l’interesse generale della Città, il bene comune, unire e non dividere, costruire e non lacerare, guardare avanti e non indietro. Reggio Futura intende quindi operare affinché la Città possa raccogliere le sfide che l’attendono, all’interno di un progetto nazionale ed europeo che risponda alle attuali emergenze sociali ed economiche, al bisogno di coesione e di solidarietà, principi ineludibili di sana e buona politica”.

“Restiamo critici e decisi oppositori dell’attuale Amministrazione, – confermano e concludono i rappresentati di Reggio Futura – aperti a chi vorrà aderire, pronti alla protesta, ma anche alla proposta, inclini al dialogo se utile e produttivo, nel rispetto delle Istituzioni e sempre alla luce del sole”.