Reggio: grave atto intimidatorio nei confronti di un componente della Cgil

filcams-cgil al rettorato“Grave atto intimidatorio nei confronti di un componente della segreteria Filcams Cgil Reggio Calabria- Locri”. A comunicarlo è la stessa Cgil in una nota stampa. “Nella notte del 15 marzo è stata incendiata l’autovettura di un, lavoratore, rappresentante sindacale e membro di segreteria della Filcams-Cgil di Reggio Calabria. Riteniamo che quanto accaduto è da ricondursi alla sua attività sindacale. Come Organizzazione sindacale confidiamo nell’azione investigativa, già attivata, dalle forze dell’ordine affinchè vengano prontamente individuati i responsabili. “La Cgil e la Categoria – negli ultimi mesi – sono impegnate in una serie di vertenze che vede coinvolti, in primis, i dirigenti della Filcams per trovare giuste soluzioni alla grave crisi occupazionale che attanaglia il nostro territori. In questo contesto, Confederazione e Categoria hanno gestito insieme situazioni vertenziali cariche di tensione e forse, la nostra insistenza a voler scongiurare i licenziamenti e a pretendere la massima trasparenza nelle procedure ha scatenato questa barbara reazione. Fare Sindacato in Calabria e soprattutto a Reggio Calabria non è mai stato facile, ma rimaniamo allibiti rispetto all’ennesimo atto intimidatorio rivolto a dirigenti sindacali che sono in prima linea in nelle azioni di tutela della dignità e dei diritti di ogni singolo lavoratore. Cgil e Filcams continueranno la propria battaglia nella difesa del lavoro e di tutti i lavoratori e non saranno questi vili attacchi a bloccare le nostre iniziative e la nostra attività. Esprimiamo la solidarietà e vicinanza di tutta la nostra Organizzazione al collega e compagno vittima di questa intimidazione”.