Reggio: “Expo 2015 un’altra opportunità persa”

Expo Milano 2015 è l’Esposizione Universale che l’Italia ospiterà dal 1° maggio al 31 ottobre 2015 e sarà il più grande evento mai realizzato sull’alimentazione e la nutrizione

ExpoExpressMentre gli altri comuni d’Italia, già da tempo, hanno concluso progetti ed iniziative, per lo sviluppo turistico, con importanti partenership, il Comune di Reggio Calabria si trastulla in  sterili ed inconcludenti riunioni. Expo Milano 2015 è l’Esposizione Universale che l’Italia ospiterà dal 1° maggio al 31 ottobre 2015 e sarà il più grande evento mai realizzato sull’alimentazione e la nutrizione. Per sei mesi Milano diventerà una vetrina mondiale in cui i Paesi mostreranno il meglio delle proprie tecnologie per dare una risposta concreta a un’esigenza vitale: riuscire a garantire cibo sano, sicuro e sufficiente per tutti i popoli, nel rispetto del Pianeta e dei suoi equilibri. Un’area espositiva di 1,1 milioni di metri quadri, più di 140 Paesi e Organizzazioni internazionali coinvolti, oltre 10 milioni di visitatori. Sono questi i numeri dell’evento internazionale più importante che si terrà nel nostro Paese. Su questo importantissimo evento tutti i Comuni e le Regioni d’Italia hanno già da tempo sviluppato  progetti e concluso iniziative di promozione del territorio, mirate ad attrarre turisti, sviluppando così, oltre a partnership con bayer internazionali, collaborazioni con i principali attori locali che operano nel settore” afferma in una nota il capogruppo di Reggio Futura Antonino Maiolino. “Invece il Comune di Reggio Calabria, o meglio la Commissione formata dagli Assessori D.ssa Mattia Neto e D.ssa Patrizia Nardi rispettivamente alle Attività Produttive/Turismo e alla Cultura, dopo vari mesi di riunioni, non ha prodotto nulla di concreto in merito a questo importantissimo evento. Il Sindaco – continua- subito dopo la sua elezione aveva prontamente dichiarato sulle reti sky che il primo punto su cui porre l’attenzione sarebbe stato il turismo e lo sviluppo del territorio, poiché potenzialmente motore trainante dell’economia locale. Aveva prontamente parlato di iniziative volte a rendere note aree turistico-sportive disconosciute al grande pubblico ma in grado di far accorrere durante l’anno centinaia di sportivi, come ad esempio Punta Pellaro, dove già attualmente sono presenti diverse scuole di Kyte Surf e Wind Surf . Ha parlato – aggiunge- di come grazie agli elementi naturali di cui la zona gode (vento sole e temperature miti tutto l’anno)  la stessa sarebbe potuta divenire fulcro d’attrazione per gli sportivi, così come accaduto per altre destinazioni turistico-sportive nel mondo. Tanti bei propositi potremmo dire….ma la concretezza dov’è? Ricordo giusto che l’Expò partirà il primo maggio..ah..naturalmente del 2015! Quindi alle idee devono seguire i fatti..possibilmente in tempi utili. Ricordo – conclude- che siamo alle porte della stagione estiva e non mi sembra che siano state promosse iniziative in merito! Anche in questo caso tanti bei propositi durante la campagna elettorale, nessun riscontro attuale! Tante domande, nessuna risposta concreta!”