Reggio, cumuli di “monnezza” per strada: si rischia una nuova emergenza rifiuti e la differenziata non funziona [FOTO]

Le periferie di Reggio Calabria sono nuovamente sommerse da cumuli di rifiuti, situazione critica soprattutto nella zona Sud

rifiuti reggio emergenza (4)Reggio Calabria è sull’orlo di una nuova emergenza rifiuti. E stavolta i problemi non sono legati al malfunzionamento delle discariche, ma più che altro all’organizzazione interna al Comune di Reggio Calabria che ha avviato la raccolta differenziata con un sistema “Porta a Porta” partendo dalle circoscrizioni di Pellaro, Gallina e Ravagnese. Un sistema che però non funziona bene e sta trovando la resistenza di molti cittadini per la scomodità proprio del servizio “Porta a Porta” organizzato con un calendario settimanale e una serie di scadenze da rispettare a cui non tutti riescono a star dietro e preferirebbero attuare una raccolta stradale autonoma. Invece il Comune in molte aree ha rimosso i cassonetti della raccolta indifferenziata e molta gente non sa più dove andare a buttare la spazzatura. Proprio a Pellaro, Valanidi e Ravagnese numerosi cittadini ci segnalano cumuli di spazzatura nelle strade, “come o peggio di un anno fa. Il Sindaco Falcomatà aveva chiesto sei mesi di tempo, ne sono passati cinque e la situazione non è cambiata. Ci auguriamo si intervenga al più presto per restituire decoro e civiltà a una città che ne ha assolutamente bisogno“. A corredo dell’articolo alcune foto di stamattina da Sant’Elia di Ravagnese.