Reggio: coltivava droga in casa, arrestato 61enne del Rione Modena

PIANTEEra stato tratto in arresto il 1° febbraio u.s. dai Carabinieri della Stazione di Rione Modena, poiché trovato in possesso di nr. 20 piante in fioritura di “cannabis indica”, di altezza compresa tra i 30 e i 60 cm, coltivate sul balcone della propria abitazione. Inoltre, nel corso della perquisizione era stato rinvenuto un laboratorio per la coltivazione dotato di impianto di aerazione e di illuminazione, nonché materiale occorrente per la fertilizzazione e l’invasatura. Si tratta di IELO Domenico 61enne reggino, il quale a seguito dell’arresto per produzione di sostanza stupefacente era stato condotto davanti al Giudice del Tribunale di Reggio Calabria, il quale, dopo aver convalidato il provvedimento eseguito dalla Polizia Giudiziaria, aveva disposto l’obbligo di presentazione presso la Stazione di Rione Modena due volte al giorno. Nonostante ciò l’interessato non ha ottemperato a quanto prescritto, pertanto il Tribunale reggino, concordando con la richiesta avanzata dalla Polizia Giudiziaria, ha emesso un’ordinanza di aggravamento della misura cautelare sostituendola con la custodia in carcere. Alla luce di ciò, nel pomeriggio di ieri, i Carabinieri della Stazione di Rione Modena hanno rintracciato lo IELO, il quale al termine delle formalità di rito, è stato associato presso la Casa Circondariale di Arghillà.