Reggio: “la città metropolitana ed il bergamotto”

città metropolitana reggiodi Salvatore Chindemi- Chi come me ha avuto l’opportunità’ di partecipare ( da spettatore ) al convegno promosso da assindustria sulla città metropolitana, non può’ non essere rimasto sconcertato dall’ abissale distanza che ci separa dalle altre realtà metropolitane sia rispetto al livello di elaborazione fattuale sia in relazione al grado di consapevolezza della irripetibile opportunità che questo passaggio politico-amministrativo può rappresentare. Il livello di arretratezza culturale e il tragico ritardo su ogni tematica riguardante la costituzione della città metropolitana , si è’ plasticamente visualizzato nell’intervento del primo cittadino che ha concluso il convegno L’ impressione che ne se e’ ricavata e’ stata che la conoscenza delle questioni e’ pari a quella di uno studente che deve sostenere l’ esame più importante ed impegnativo del suo corso di laurea e , a pochi giorni dall’ esame , non ha comprato nemmeno i libri. Il piano dei ragionamenti fra l’ intervento dei rappresentanti dell’ assindustria reggina e lombarda , che relazionavano sulle dimensioni culturali e socioeconomiche che una sfida del genere impone e presuppone ( per fornire solo qualche dato , le città metropolitane rappresentano 80 per cento dell’ economia mondiale e il 78 per cento della popolazione del pianeta) e quello del rappresentante della città e’ stato disarmante. Come pensiamo di attrezzarci per dialogare con le altre realtà europee e mondiali? Come pensiamo di cogliere questa opportunità irripetibile , agganciandoci disperatamente all’ ultima vera occasione che , essa sola, può consentire di uscire da questo stato di coma? Brancoliamo , giovani e felici , nella nebbia più fitta e nel buio più assoluto. Però , di converso, abbiamo appreso , dal primo cittadino, una notizia inedita che ha fatto sussultare di meraviglia l’ intero uditorio : nel nostro territorio cresce un agrume dotato di proprietà’ uniche , chiamato bergamotto, e si sviluppa solo in questa provincia! Una notizia eclatante, una novità’ assoluta! Ma di questo prodotto , che deteniamo in esclusiva mondiale, che programmi abbiamo per farlo diventare una risorsa economica , un volano che produca ricchezza e quindi occasione reale per una provincia affamata di posti di lavoro? Ovviamente, del suo utilizzo virtuoso si penserà’ dopo, per adesso è già gran cosa aver appreso una tale notizia. Se sul bergamotto tutto e’ procrastinato a data da destinarsi , dato che la scoperta della sua esistenza e’ troppo fresca e recente , su un problema invece il primo cittadino sembra non voler transigere :nell’ottica metropolitana e nelle sfide europee e mondiali , che un cimento del genere richiede , non possiamo più permetterci che , durante la stagione sciistica , gli impianti di Gambarie rimangano chiusi ( sic !! ) e con la soluzione di questo problema , inserito da oggi fra le priorità’ , io penso, potremmo sorprendere e sorpassare città’ come Barcellona , Helsinki, Parigi e tutte le altre città’ metropolitane messe insieme. Intanto che si trovino soluzioni per problemi di tale portata ,invece, dai primi passi dell’ amministrazione per la costituzione della nuova entità’ amministrativa , si intravvede il pericolo concreto che ci si voglia deliberatamente incamminare per sentieri impervi e pericolosi che potrebbero produrre , inevitabilmente , scontri dolorosi e fratture insanabili con altre sindacature provinciali. Mi permetto di segnalare al Civico consesso , avendo peraltro , mesi fa , senza meriti particolari, coordinato il tavolo sulla città Metropolitana e Fondi Europei , nella ” Bolognina cittadina” a Porto Bolaro , che , sia lo statuto sia il percorso virtuoso per la sua attuazione e’ già pronto da tempo e , se richiesto , può essere messo a disposizione dell’ amministrazione , evitando la fatica, ai numerosi premi nobel scelti dal Sindaco per accompagnarlo in questa sua avventura amministrativa , per la sua elaborazione . Ma, conoscendo profondamente uomini e cose , sicuramente questo ed altri disinteressati contributi e consigli saranno restituiti al mittente: la priorità’ , di questi tempi, e ‘ l’ impianto sciistico!!