Reggio, bus Atam: “in settimana riprese le corse dirette all’Università”

La testimonianza di alcuni studenti di Reggio Calabria, che durante questa settimana hanno potuto usufruire regolarmente del servizio dei trasporti pubblici: “l’Atam ha mantenuto la parola data”

atam-reggioNotizie positive per l’azienda municipalizzata dei trasporti della Città di Reggio Calabria, l’Atam: proprio ieri è stato reso noto il fatto che finalmente i lavoratori, da mesi senza stipendio, potranno presto ricevere le spettanze arretrate grazie all’impegno messo in atto dall’assessore regionale ai trasporti, Nino De Gaetano. Ma non solo: rassicurazioni in merito ai trasporti pubblici in città pervengono anche dal mondo studentesco, che solo la scorsa settimana lamentava la scarsa se non nulla presenza di autobus diretti ai poli universitari.

Le tanto contestante linee 27 e 28, infatti, sembrano avere ripreso regolarmente a circolare.

“Si devono trasmettere anche le notizie positive – ci dice una studentessa – Durante questa settimana, nonostante i problemi di cui siamo perfettamente a conoscenza, e che abbiamo cercato di comprendere, difendendo comunque sempre i nostri diritti, i bus sono circolati regolarmente”.

Si deve dare atto, dunque, stando a quanto trasmesso da alcuni studenti, che la società ha mantenuto la parola data la scorsa settimana, quando a dei ragazzi recatisi presso la sede degli uffici Atam, in presenza dell’amministratore unico Antonino Gatto, si era detto: “Dateci tempo una settimana e cercheremo di fare il possibile per garantire il servizio”.

Uno spiraglio, se pur minimo considerate le tante difficoltà che l’azienda deve ancora affrontare, sembra essersi aperto. Tra le tante notizie di contestazione, rassegnazione e polemica che si trasmettono quasi ogni giorno, è anche bello dare questo tipo di informazioni, vedere che lo spirito di collaborazione, basato su delle premesse di rispetto reciproco nei momenti di difficoltà da  un lato, e di garanzia di un servizio che comunque spetta sempre alla cittadinanza e per questo lo si deve garantire dall’altro, porta a dei risultati. Non saranno ancora dei passi da gigante, ma sarebbe ottimo se si continuasse su questa scia.

“Lettera firmata”