Reggina-Vigor Lamezia 0-2, le pagelle di StrettoWeb: un disastro targato Alberti, solo Benedetti e Insigne a testa alta

insigneUn disastro targato Alberti: una formazione assolutamente improponibile quella che il mister ha schierato dal primo minuto contro la Vigor Lamezia, lasciando Velardi ancora una volta in panchina (che è stato tesserato a fare?), scartando nuovamente Insigne e insistendo con la scelta di dare il 39enne Di Michele in pasto agli avversari. L’attaccante romano è uscito tra i sonori fischi del pubblico ma non è colpa sua se ha 39 anni e non può avere la forma fisica e le condizioni atletiche per giocare 90 minuti alla pari, deve essere gestito e sfruttato al meglio a gara in corso, entrando nella ripresa quando gli avversari sono stanchi e lui può mettere la sua classe, esperienza e qualità senza pari in questa categoria, al servizio della squadra. Molto dubbi anche sulla scelta di lasciare fuori Gallozzi schierando Ungaro in difesa e Di Lorenzo esterno di centrocampo: fallimento totale su tutta la linea.

Le Pagelle di StrettoWeb

Kovacsik 6 Incolpevole in occasione dei due gol avversari, nel finale evita un passivo peggiore.
Ungaro 5 Lotta con il cuore ma pur sempre con i propri limiti tecnici.
Cirillo 5 Troppi lanci lunghi come al solito esagerati nella gittata.
Aronica 5 Anche lui stavolta sbaglia più di qualcosa.
Di Lorenzo 5 Non è nel suo ruolo ideale, le partite migliori le ha fatte da terzino destro con la difesa a 4. Non riesce mai a spingere, non è nelle condizioni di poter fare l’esterno a tutto campo, è un difensore.
Armellino 5 Poco efficace in mezzo al campo.
Salandria 4 Schierato in regia, al centro del settore nevralgico del gioco, esce comunque tra gli applausi per l’impegno e la grinta ma viene sovrastato dagli avversari.
Maimone 4 Spreca malamente alcuni ottimi inserimenti, non aiuta a centrocampo.
Benedetti 6 E’ l’unico a provarci, la Reggina gioca solo dalla sua parte, tiene sempre il piede pigiato sull’acceleratore, tantissimi cross, alcuni anche ben calibrati.
Di Michele 4 Inguardabile.
Masini 4 Non vede mai la porta. E raramente la palla. Anche lui rendeva molto meglio da esterno sinistro di centrocampo con il centrocampo a 4 nel modulo 4-1-4-1 che Alberti ha deciso inspiegabilmente di archiviare dopo la sconfitta di Cosenza.

Insigne 6 Entra nel secondo tempo, troppo tardi, eppure è l’unico ad avere un paio di buoni spunti.
Gallozzi S.V.
Gjuci S.V.

All. Alberti 2 Sbaglia tutto, ed è anche responsabile di molti voti bassi dei calciatori costretti a giocare fuori ruolo o in condizioni comunque non ottimali.

Scommetti con William Hill ed ottieni un bonus di 100 euro

william hill logo