Reggina, la sentenza definitiva di Calciopoli: Foti dovrà risarcire le parti civili

Sono finalmente arrivate le sentenze di ‘Calciopoli’, per il presidente della Reggina Foti ricorso rigettato

reggina-cozza-foti-mozartSono arrivate nella notte le sentenze che hanno chiuso il procedimento Calciopoli. Tutti assolti, l’ex arbitro Massimo De Santis è l’unico ad aver rimediato una condanna di dieci mesi (pena sospesa). Il Presidente della Reggina Lillo Foti si era visto prescrivere il reato di frode sportiva dopo l’iniziale condanna di un anno e sei mesi in primo grado. L’altra partita si è giocata sui risarcimenti da riconoscere alle parti civili. Ministero dell’Economia e Figc erano già tutelati dalla sentenza d’Appello, le altre società che si erano costituite parte civile – con in prima fila Bologna, Brescia, Atalanta, Lecce, Victoria 2000 (la società allora presieduta da Gazzoni e unica azionista del Bologna) –, in favore delle quali Gup e Appello in rito abbreviato e il Tribunale in ordinario avevano condannato gli imputati a risarcire i danni, mentre l’Appello ordinario le aveva tagliate fuori con la faccenda dei “tre dispositivi”, si sono viste nuovamente riconosciute le proprie richieste risarcitorie, ma ora toccherà ai giudici civili d’Appello competenti per territorio stabilirle. Nel caso, pagheranno anche Lotito, i Della Valle, la Fiorentina, Foti, Racalbuto, prescritti in Appello per frode sportiva, i cui ricorsi sono stati rigettati. Inammissibili, invece, i ricorsi del pg dell’Appello contro le assoluzioni di Pieri, Dondarini e Lanese.

Scommetti con William Hill ed ottieni un bonus di 100 euro

william hill logo