Reggina-Melfi 2-1, gli amaranto: “ma quali playout, noi ci siamo promessi la salvezza diretta e le promesse le manteniamo”

Dopo la vittoria sul Melfi, per la Reggina in sala stampa mister Alberti e i due autori dei gol, Armellino e Di Michele. Ecco le parole dei protagonisti

reggina melfi 2-1 (1)

Torna finalmente l’entusiasmo in casa Reggina dopo la seconda vittoria consecutiva, un risultato mai raggiunto prima in questo campionato. Due vittorie che valgono molto più di sei punti perchè sono arrivate in due scontri diretti per la salvezza. Queste le parole dei protagonisti in sala stampa. Alberti: “sarebbe stato un delitto non vincere, abbiamo avuto 7-8 palle gol clamorose. I ragazzi hanno costruito tanto, devono avere un pizzico di precisione e freddezza in più per concretizzare il lavoro della squadra. Il Melfi non ha fatto un tiro in porta, hanno fatto gol nell’unico cross grazie ad un episodio fortunato. Ci godiamo questa vittoria importante e meritata soprattutto per la risposta dei tifosi: voglio ringraziarli, nel secondo tempo sono stati fantastici e ci hanno dato una spinta enorme. Balistreri ha sbagliato un gol ma è stato utile e anzi fondamentale con due assist importanti tra cui quello decisivo per il gol di Di Michele. Non mi sembra corretto tornare a scavare nel passato. Dobbiamo essere positivi e guardare al futuro; oggi abbiamo tanti motivi dopo due vittorie consecutive per essere ottimisti. Non solo abbiamo vinto, ma soprattutto oggi abbiamo dominato e creato tanto, e abbiamo dato un segnale importante. E’ chiaro che ancora non abbiamo fatto nulla, e per questo già da domani dobbiamo pensare alla prossima partita con la consapevolezza che c’è da soffrire ma che ce la possiamo fare, e dobbiamo farlo in un contesto positivo. Spero di recuperare gli infortunati ma chi li sta sostituendo sta facendo molto bene, impegnandosi molto e dimostrando grande affetto per questa maglia. Sabato andiamo a Salerno per giocarcela e faremo l’impossibile per ottenere un altro risultato positivo“.

armellinoArmellino: “quando abbiamo subito il loro gol ci stava crollando il mondo addosso, ma abbiamo reagito perchè non era giusto non vincere oggi con la partita che abbiamo fatto. Noi le promesse le manteniamo. Dopo la sconfitta con la Vigor Lamezia ci siamo guardati in faccia nello spogliatoio e da uomini ci siamo detti che non meritiamo l’ultimo posto in classifica e dobbiamo dimostrarlo sul campo uscendo fuori da questa situazione difficile. Adesso dobbiamo continuare a risalire la classifica, a partire da Salerno: andiamo per giocarcela“.

Di Michele: “questo gol lo dedico a me stesso, perchè vale tre punti e dopo tanto tempo credo di meritarmelo. La cosa più importante, però, è la vittoria della squadra. Abbiamo reagito dopo la sconfitta con la Vigor Lamezia, ci siamo promessi di rialzarci perchè davvero avevamo toccato il fondo e peggio di così non potevamo veramente fare. Ci siamo promessi di raggiungere la salvezza diretta senza playout. A Salerno ce la giochiamo coscienti che loro sono la capolista ma a calcio si gioca 11 contro 11 e non molleremo mai. Oggi s’è visto, e anche in settimana, che siamo stati tutti uniti: squadra, società, giornalisti e tifosi. Il pubblico ci ha sostenuto e noi siamo stati bravi a portarlo dalla nostra parte, il finale è stato fantastico. Dobbiamo continuare così“.