Reggina, Foti a StrettoWeb: “la situazione è drammatica, serve liquidità immediata”

fotiIl presidente Lillo Foti a 360° a Strettoweb, illustra la situazione delicata del club, dopo aver scampato il pericolo fallimento l’estate scorsa. La situazione è drammatica, ma lui spera di farcela. Sarebbe il gol più importante della secolare storia amaranto. “Entro giugno serve 1 milione di euro per tenere in piedi la Reggina – va subito al sodo Foti -. Per l’iscrizione in Lega Pro devo ringraziare operatori esterni alla città, oltre ad avere avuto il sostegno dell’ex Governatore della Regione Scopelliti. E sui nuovi soggetti pronti ad acquistare azioni, qualcuno ci ha marciato su con la storia degli australiani. Per essere più chiaro queste persone di una serietà assoluta mi hanno addirittura invitato a Melbourne, però le mie condizioni di salute dopo l’intervento subito non me lo hanno permesso”.

lillo fotiLa città ha detto di no. “Abbiamo lanciato l’azionariato popolare per raccogliere fresche risorse e abbiamo incassato una cifra che non supera i 18.000 euro: questa è la risposta che ho avuto dalla gente. Non bisogna fermarsi tassativamente all’aspetto sportivo, ma bisogna guardare oltre, in quanto non è la categoria che tiene in vita un club basta pensare a Parma, Siena o Padova. Per questo motivo aspetto risposte dall’Amministrazione Comunale, perché sussiste un fondo americano  pronto a investire 120 milioni di euro in città” (abbattimento del Granillo dove dovrebbero sorgere impianti sportivi, centri commerciali con il nuovo impianto in una location fra Catona e Gallico funzionante non solo per le partite di calcio, con una capienza di 17-18.000 persone, ndr)”. Il maggiore azionista della società fa chiarezza anche sulla prima rata da pagare dopo la ristrutturazione del debito con l’Agenzia delle Entrate. “Ad oggi non è stata possibile saldarla, ma cercheremo di ottemperare entro la scadenza prevista per fine mese. Mi sto interfacciando con tutte le amministrazioni locali ed oggi ho un appuntamento con il presidente della Provincia dott. Raffa”.

Copia  di Reggina Cirillo Belardi FotiPer quanto riguarda l’accesa  conferenza stampa di mercoledì scorso al termine del derby con il Lamezia, Foti riconosce di avere esagerato con toni molto alti. “Sono entrato insieme ai 5 calciatori che rappresentavano la squadra con la massima umiltà,  però quando una domanda è stata rivolta dalla stampa sull’assenza di Alberti è aumentata la tensione. Devo dire grazie a Cirillo e Belardi che sono arrivati a Reggio per 25.000 euro, questo non è un ingaggio, sono le spese che dovranno sostenere per rimanere fino al termine del campionato, altri interpellati, invece, mi hanno risposto di no. Belardi ha detto il falso quando si è rivolto a lei per la storia del procuratore di Insigne? Questo lo sa solo Emanuele e non entro in merito. Ho solo ascoltato l’intervento di Belardi e la sua risposta che negava l’accaduto”. Adesso bisognerà schivare questo periodo d’angoscia e riuscire a mettere i conti a posto. Basteranno le promesse? “Dal primo luglio alla Reggina arriverà la seconda rata di 600 mila euro per la cessione di Bochniewicz mentre già ci sono operazioni già avviate per alcuni giovani che si stanno mettendo in luce e sono appetibili da società come Juventus, Napoli e Sassuolo. Ribadisco per l’ennesima volta, che non sono inchiodato alla sedia, se arriva qualcuno con proposte concrete sono pronto a lasciare”.