Reggina e Alberti verso il divorzio: domani l’ufficialità e il nuovo allenatore. Sarà un’altra coppia?

Alberti allenatore RegginaIl rapporto tra la Reggina e Roberto Alberti è ai titoli di coda: la squadra è sull’aereo che da Roma la sta riportando a Reggio, ma è probabile che Foti abbia già preso la decisione che verrà ufficializzata domani, di esonerare l’allenatore arrivato in riva allo Stretto esattamente tre mesi fa. Era il 6 dicembre, da quel momento in 12 partite Alberti ha ottenuto due sole vittorie al Granillo contro Martina Franca e Lecce, 4 pareggi e 6 sconfitte. Fatale è stata quella di oggi ad Aprilia contro la Lupa Roma, la terza consecutiva. La Reggina non vince da 5 partite: prima due pareggi contro Barletta e Juve Stabia, poi tre sconfitte contro Cosenza, Matera e appunto Lupa Roma. In tre mesi, inoltre, Alberti ha perso anche i tre derby sentitissimi dalla tifoseria (Catanzaro, Messina e Cosenza). L’esonero già aleggiava da quando venerdì in conferenza stampa Foti s’è presentato accanto ad Alberti, e oggi a fine primo tempo sul risultato di 1-0 già in tanti propendevano per quest’ipotesi. Poi, come sempre accade nei momenti di maggior difficoltà, nel post-partita il solo Foti ci ha messo la faccia sostituendo gli altri protagonisti (allenatore e calciatori) ed intervenendo ai microfoni dei giornalisti in sala stampa, con parole pesantissime, evidentemente indirizzate anche al tecnico.

Per la Reggina è il terzo cambio di allenatore in stagione, dopo le dimissioni di Cozza e l’esonero di Padovano e Mozart (che erano affiancati da Tortelli). Lo scorso anno, la Reggina aveva fatto ancora peggio cambiando allenatore tre volte: dopo l’esonero di Atzori era arrivato Castori, poi il ritorno di Atzori, nei primi giorni di gennaio il nuovo addio al tecnico di Collepardo sostituito dalla folkloristica coppia Gagliardi-Zanin che traghettò la Reggina in Lega Pro. Negli ultimi 16 mesi, la Reggina ha cambiato allenatore otto volte.

Giacomo TedescoSul futuro, attendendo l’ufficialità della notizia, non è facile immaginare un toto-allenatori vista la situazione finanziaria del club e la posizione di classifica. Ma bisogna fare tutto molto in fretta, il prossimo impegno di mercoledì pomeriggio alle 14:30 al Granillo contro la Vigor Lamezia è incombente e fondamentale. Solo una vittoria può continuare ad alimentare speranze di salvezza, anche magari solo tramite i playout. Domani è in programma l’allenamento, ma non è chiaro chi lo guiderà. Sembra probabile una soluzione interna con Giacomo Tedesco appoggiato da Tortelli, un’altra coppia quindi senza andare incontro a un altro ingaggio per dieci giornate. La “promozione” dell’attuale allenatore della Berretti sarebbe sicuramente la soluzione più vantaggiosa sotto l’aspetto economico, a meno che il presidente non tiri fuori l’asso dal manico con un allenatore di categoria, ma è una pista che sembra meno probabile sia per i tempi che per l’aspetto economico.