Reggina, ad Aprilia contro la Lupa Roma sarà rivoluzione

di micheleProve tecniche di formazione nella mattinata al Sant’Agata per la Reggina: due ore abbondanti di tattica per provare l’undici che scenderà in campo domenica pomeriggio nel catino di Aprilia (capienza 2554 spettatori) contro la Lupa Roma. Dovrebbe esserci una vera e propria rivoluzione nel modulo e negli uomini che scenderanno in campo. Dopo la strigliata di ieri pomeriggio del presidente Foti alla squadra, senza la presenza di Alberti, gli amaranto sono chiamati a un trittico di gare in sette giorni (Lupa Roma e Aversa Normanna in trasferta, Lamezia al Granillo) che chiariranno le possibilità di salvezza diretta senza l’ausilio dei playout. Il presidente Foti, rimasto molto deluso della sconfitta del derby contro il Cosenza, si sarebbe aspettato una reazione che non c’è stata contro il Matera sette giorni dopoinanellando la quindicesima sconfitta stagionale. Nello spogliatoio i calciatori si sono guardati negli occhi promettendo al presidente di conquistare minimo sette punti in queste tre gare. Alberti, sembra molto deciso di mandare in archivio il 4-4-2 che non ha avuto quelle risposte positive e passa al marchio di fabbrica di casa amaranto ovvero il 3-5-2. Con Belardi in porta, il tecnico marchigiano, sta insistendo sul trio Di Lorenzo, Cirillo e Aronica; nella linea mediana agiranno Gallozzi, Armellino, Zibert, Salandria e Benedetti, con il tandem d’attacco formato dagli sguscianti Insigne e Viola. Da ricordare che non ci sarà lo squalificato Masini mentre ritorna disponibile il difensore Aronica. Per quanto riguarda l’infortunio di Maimone lo staff medico spera di metterlo nelle condizioni di scendere in campo nella trasferta di Aversa.

Scommetti con William Hill ed ottieni un bonus di 100 euro

william hill logo