Partito Comunista d’Italia: partecipata festa del tesseramento a Polistena (Rc)

tesseramento20152Si è svolta domenica 29 marzo la festa del tesseramento organizzata dalla locale sezione del Partito Comunista d’Italia, appuntamento che ogni anno chiama a raccolta militanti e simpatizzanti. Ha aperto i lavori il segretario cittadino, Fabio Racobaldo, che ha ricordato il tesseramento come momento fondamentale per aggregare e mobilitare i compagni nel solco della tradizione. “Alla base dell’ideale comunista vi è la storia del PCI” – ha affermato Racobaldo – “ai cui valori in Italia ed a Polistena ci richiamiamo. In vista delle prossime elezioni comunali c’è la necessità di lavorare intensamente e valorizzare nei cittadini il lavoro svolto dal Sindaco Michele Tripodi e dell’Amministrazione Comunale.” Ha poi portato il saluto il segretario provinciale del PCdI Lorenzo Fascì, il quale ha confermato che nei giorni scorsi è stata presentata una proposta concreta alla Regione Calabria sul reddito di cittadinanza per i giovani calabresi, sul modello dell’assegno di sopravvivenza istituito dall’Amministrazione Comunale di Polistena, guidata dai comunisti, primo comune calabrese ed italiano a sperimentare tale iniziativa. Il Sindaco di Polistena Michele Tripodi è intervenuto ricordando la storia e l’attualità dei comunisti italiani. “Oggi siamo tutti impegnati per ricostruire il partito e ricostruire una sinistra forte alternativa al PD a cui non è rimasto nulla dei valori della Costituzione. Guardiamo con fiducia alla mobilitazione di Landini che punta ad unire le forze attorno ad una coalizione sociale, autenticamente di sinistra ed in lotta per il lavoro.“Con riferimento alle prossime elezioni comunali Il Sindaco Tripodi ha affermato: “La candidata Giancotta non è altro che un’espressione maschile, una donna scelta da un tavolo di soli uomini, degli stessi uomini che hanno distrutto Polistena e trasformato il comune in un’azienda privata e di famiglia a danno del popolo onesto. Noi abbiamo il sostegno della gente e non abbiamo bisogno di politici estranei alla storia di Polistena, per essere legittimati, che oltretutto fino a poco tempo fa non esitavano ad esprimere giudizi positivi sul nostro operato. L’ipocrisia e l’arroganza, in questo caso sì, non hanno limiti. Quella della Giancotta e di chi l’ha nominata è una falsa politica che merita di essere bocciata ancora una volta dai cittadini di Polistena.” Michelangelo Tripodi, segretario regionale del PCdI ha ringraziato tutti i partecipanti per la straordinaria accoglienza: “Il tesseramento per noi è il punto di partenza per ricostruire una grande forza nel Paese che oltre a rifarsi ai valori comunisti si ponga l’obiettivo di unire tutte le forze di sinistra. Si deve ripartire dal basso e dai territori per dare voce a temi di cui nessuno parla più, il lavoro ed il Mezzogiorno, in contrapposizione alle politiche di austerità imposte dalle banche e dall’Europa”. Michelangelo Tripodi ha continuato soffermandosi sull’imminente appuntamento elettorale del comune: “La battaglia per il comune è un qualcosa che va oltre il pensiero e l’identità dei comunisti, è una battaglia per far vincere i cittadini onesti ed evitare che la città rifinisca nelle mani di chi l’aveva fatta sprofondare. La buona amministrazione di questi anni è patrimonio di tutti ed occorre dare continuità al grande lavoro compiuto confermando Sindaco Michele Tripodi. Prendano esempio quegli esponenti politici regionali che si affannano a venire a Polistena per dare investiture ad altri. Polistena è un modello di amministrazione che può servire a chi oggi è al governo della regione Calabria, non il contrario”.