Palmi (RC), operazione “Toro”: 3 condanne e 3 assoluzioni

Il Tribunale di Palmi ha condannato, per un totale di 50 anni di reclusione, Teodoro Crea e i due figli, Giuseppe e Domenico

1200585-tribunale-300x167Siamo nell’ambito dell’operazione “Toro” (avviata dalla Dda di Reggio Calabria contro la cosca Crea di Rizziconi), in riferimento alla quale si è concluso ieri il procedimento di primo grado: emesse tre condanne e tre assoluzioni. Il processo si è svolto di fronte al Tribunale di Palmi, presieduto dal giudice Antonio Battaglia. 20 anni di carcere sono stati inflitti a Teodoro Crea, 76 anni di Rizziconi, difeso dai legali Nico D’Ascola e Roberto Rampioni; per Giuseppe Crea (37 anni), difeso dall’avvocato Lorenzo Gatto, 15 anni di reclusione e altrettanti 15 a Domenico Crea, 33enne, difeso dagli avvocati D’Ascola e Francesco Albanese.

Assolti gli altri tre imputati: Helenio Domenico Marvaso, 52enne di Rizziconi, difeso dall’avvocato Pasquale Loiacano; Francesco Antonio Crea, 53enne di Rizziconi, la cui difesa è stata affidata all’avvocato Marina Mandaglio, e Domenico Surace, 47enne di Rizziconi, difeso dall’avvocato Marcella Belcastro.

Associazione mafiosa, è questo il reato di cui dovevano rispondere gli imputati al processo “Toro”, che si rifà all’operazione risalente al 2006, le cui indagini si concentrarono anche su “atti estorsivi nei confronti di commercianti e liberi professionisti della zona”.