Palermo, vittime del pizzo denunciano estorsioni: sette fermi

arresti manetteE’ in corso dall’alba di oggi una vasta operazione antimafia condotta dai Carabinieri del Comando Provinciale di Palermo che stanno eseguendo sette provvedimenti di fermo disposti dalla Procura distrettuale antimafia del capoluogo siciliano a carico di presunti appartenenti al mandamento mafioso di Misilmeri-Belmonte Mezzagno. Gli arrestati sono accusati, a vario titolo, di associazione per delinquere di tipo mafioso, estorsione e minaccia aggravati dal metodo e dalle finalità mafiose. In manette, tra gli altri, il capo del mandamento e i reggenti delle famiglie mafiose di Belmonte Mezzagno e Bolognetta, come spiegano gli inquirenti. All’indagine hanno collaborato imprenditori e commercianti taglieggiati che hanno ammesso di avere subito le minacce del racket delle estorsioni. I particolari dell’operazione, denominata ‘Jafar’, saranno resi noti alle 10.30 nel corso di una conferenza stampa che si terrà in procura alla presenza dei magistrati.