Palermo: teste racconta una megatruffa. Con fondi progetto Corap pagati orologi lusso, viaggi e soubrette

processo“Portami i documenti”, diceva al rappresentante legale della Sicily Communication, Angelo Vitale, il manager Faustino Giaccheto che, secondo i pm palermitani, avrebbe pianificato una mega truffa, grazie alla presunta compiacenza di imprenditori, burocrati e politici. Fatture gonfiate e operazioni immobiliari permettevano a Giacchetto, secondo quanto raccontato da Vitale, di avere a disposizione milioni di euro, finanziati al Ciapi, con i quali acquistava orologi, auto e pagava soubrette.