Palermo: sparatoria allo Zen, giovane rom in stato di fermo

Fino a notte fonda sono state eseguite anche delle perquisizioni nel campo nomadi della Favorita alla ricerca del complice del ragazzo fermato

polizia-notteE’ terminato solo a tarda notte l’interrogatorio del giovane nomade, di etnia rom, fermato ieri sera dopo la sparatoria nel quartiere Zen di Palermo, che ha coinvolto un poliziotto rimasto ferito a un braccio. Il ragazzo è in stato di fermo con l’accusa di avere partecipato alla sparatoria avvenuta ieri sera, poco prima delle 19, tra due poliziotti e due uomini. Gli agenti a bordo della volante hanno intimato l’alt a una Hyundai Atos con a bordo i due giovani, nella zona di Marinella, ma gli uomini non si sono fermati. A questo punto è iniziato un inseguimento terminato allo Zen. Uno dei due sarebbe sceso dall’auto e avrebbe sparato alla volante. Nello scontro a fuoco un agente è rimasto ferito a un braccio. Uni dei due uomini a bordo dell’auto in fuga sarebbe rimasto ferito. Fino a notte fonda sono state eseguite anche delle perquisizioni nel campo nomadi della Favorita alla ricerca del complice del ragazzo fermato. Un giovane è stato accompagnato in Questura ma poi rilasciato. Proseguono le indagini.