Palermo: il Procuratore visita il ‘Giardino della memoria’

toga procuraIl Procuratore della Repubblica di Palermo, Francesco Lo Voi, si è recato oggi al Giardino della Memoria di Ciaculli, il sito confiscato alla mafia e gestito dal 2005 da cronisti e magistrati, dove ha reso omaggio alle vittime della mafia. Lo Voi è stato accolto dal presidente del Gruppo siciliano dell’Unione cronisti, Leone Zingales, e dal Presidente della sezione distrettuale dell’associazione nazionale dei magistrati, Matteo Frasca. “Questa esperienza di legalità a Ciaculli – ha detto Lo Voi – è encomiabile. Il ricordo delle vittime della mafia collegato agli alberi deve stimolare tutti alla crescita delle coscienze e preparare tutti, soprattutto i giovani, ad un futuro onesto e pulito”.

Lo Voi, che ha recentemente partecipato alla piantumazione di due alberi dedicati da Unci e Anm al sindacalista Giuseppe Rumore e all’imprenditore Pietro Patti, ha aggiunto: “Ancora due segni di ricordo e di speranza, particolarmente significativi in una zona come Ciaculli”. Lo Voi si è insediato lo scorso dicembre nel suo ufficio di piazza Vittorio Emanuele Orlando. Negli anni ’90 ha fatto parte del “pool” antimafia della Dda palermitana e ha portato a termine delicate inchieste sulla mafia jatina, corleonese e del Trapanese. Tra l’altro ha partecipato alle indagini che hanno portato all’arresto, tra il 1995 ed il 1996, di pericolosi latitanti mafiosi come Leoluca Bagarella e Giovanni Brusca.