Palermo: “Panormus, la scuola adotta la città”, l’iniziativa per creare la comunità palermitana

Il sindaco oggi ha simbolicamente consegnato le “chiavi della città” agli alunni delle scuole

palermo-comuneIl sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, ha consegnato simbolicamente le chiavi della città agli alunni delle scuole che l’hanno “adottata”: si è aperta così, questa mattina, in piazza Verdi, a Palermo, la XXI edizione di “Panormus, la scuola adotta la città”. Quest’anno la manifestazione ha proposto percorsi diversificati di partecipazione: la scuola adotta il quartiere, per valorizzare il bene comune; la scuola adotta l’arte, per emozionare; la scuola adotta la città accogliente, per promuovere lo sviluppo, la scuola adotta la città nascosta, per non dimenticare, e la scuola adotta il Palazzo di Città in modo permanente, per valorizzare il senso d’appartenenza. “Questa bellissima iniziativa, arrivata alla ventunesima edizione, che ha visto la partecipazione di tantissimi bambini e dei loro genitori, ci fa comprendere, ancora una volta, che Palermo esiste, ma che bisogna costruire la comunità palermitana - ha detto Orlando dal palco davanti al teatro Massimo, parlando a centinaia di alunni, maestre e genitori – sono i bambini che devono darci una mano ad educare gli adulti. La città diventa educativa quando sono i giovani che educano i meno giovani“. “La nostra città è una città accogliente e vuole adottare anche i turisti perché è un’importante occasione di scambio. Palermo ha deciso di proiettarsi anche all’esterno. Dobbiamo ripartire da qui e riappropriarci della memoria e delle radici della nostra città, per avere un futuro migliore”, ha detto l’assessore alla Scuola Barbara Evola.