Palermo, messa mattutina per Mattarella: “non sapevo che ci fosse il presidente”

La Presse

La Presse

“Non mi sono neppure accorto che c’era il Presidente della Repubblica in chiesa mentre celebravo la messa. Me l’hanno detto alla fine i parrocchiani. Che bella sorpresa”. A parlare è don Francesco Cultrera, il gesuita 86enne che questa mattina, alle nove ha celebrato la Santa Messa nella Chiesa San Michele Arcangelo di Palermo, alla presenza del Capo dello Stato, Sergio Mattarella. Il Presidente è arrivato a messa già iniziata, poco dopo le nove del mattina, e si è seduto in terzultima fila, defilato. Moltissimi parrocchiani non hanno notato neppure la sua presenza. Come l’anziano gesuita che ha celebrato la messa. “Ho notato una folta chioma bianca mentre i miei concelebranti davano la comunione – spiega all’Adnkronos – Ma io non ho notato la sua presenza. Che bello, ho celebrato la messa in presenza del Capo dello Stato. Una grande emozione, anche se per me i parrocchiani sono tutti uguali”. Sorpreso anche don Alerio Montalbano, parroco della Chiesa San Michele Arcangelo. “Ero dentro la sacrestia – dice – e mi stavo preparando per la messa delle 10.30. Non avrei mai creduto che venisse questa mattina il Capo dello Stato. E’ vero, questa è la sua parrocchia, ma da quando è stato eletto Presidente non era più venuto. E questa mattina ci ha fatto questa sopresa”. E aggiunge: “D’altro canto è sempre stato un uomo molto riservato, anche quando era giudice della Corte costituzionale, veniva e si sedeva tra le ultime file. Ci ha abituati così. E oggi ci ha spiazzati tutti con la sua presenza discreta, come sempre. Vuole fare passare un messaggio di riservatezza. Ripristiniamo il valore del silenzio”. Sorpresa anche tra i parrocchiani che hanno visto tra i banchi della chiesa San Michele il Capo dello Stato. “Me ne sono accorta solo alla fine della messa – spiega Angela Gioia – Ma noi lo vedevamo spesso in questa chiesa. Per noi non è cambiato molto. Certo, adesso è il Capo dello Stato…”. Antonio Romeo, 78 anni, è invece “stupito”. “Che sorpresa vedere dietro di me il Presidente della Repubblica – dice – Mi sono girato e l’ho visto”. Un’altra parrocchiana, molto anziana, uscendo dalla chiesa dice di avere notato Mattarella “solo al momento della comunione”.