‘Ndrangheta: intestazione fittizia di beni, sequestro per 10 milioni a Genova

Il provvedimento riguarda tre imprese impegnate nella realizzazione di appalti pubblici, opere edili e movimento terra

dia-3La Direzione Investigativa Antimafia di Genova, in collaborazione con personale della Polizia di Stato di Savona, sta eseguendo un sequestro preventivo di beni aziendali del valore di circa 10 milioni di euro, riconducibili ai fratelli FOTIA, Pietro, Francesco e Donato e nei confronti di CRIACO Giuseppe e CASANOVA Remo.
Il provvedimento riguarda tre imprese, “SCAVO-TER s.r.l.”, “P.D.F. s.r.l.” e “SE.LE.NI. s.r.l.”, impegnate nella realizzazione di appalti pubblici, opere edili e movimento terra.
Gli indagati sono accusati del delitto di intestazione fittizia di beni.

Alle ore 11.00 avrà luogo una conferenza stampa presso la sede del Centro Operativo di Genova, nel corso della quale saranno forniti maggiori dettagli.