Messina, il vento batte alle finestre: si temono danni in provincia

Lo scirocco nella notte ha toccato i 110 km/h a Messina: si temono danni. Intanto gli aliscafi non partono…

messina 25 marzoLa notte appena trascorsa è stata una notte caratterizzata da forti raffiche di vento: lo scirocco nello Stretto ha raggiunto vette da 110 km/h, provocando forti mareggiate che hanno ostacolato il regolare attraversamento delle navi da e verso la Calabria. Al di là delle acque agitate, però, preoccupano sia le precipitazioni previste, sia gli effetti che la corrente calda potrebbe avere avuto sulle realtà della provincia. Giusto ieri l’Amministrazione regionale aveva dato il via libera al riconoscimento dello stato di calamità per 16 comuni, sull’onda lunga delle allerte meteo susseguitesi tra febbraio e marzo. L’impressione è che la notte appena trascorsa possa avere provocato nuove criticità, anche se al momento è impossibile stilare bilanci ufficiali. Stando alle segnalazioni dei nostri lettori, attimi di paura si sono vissuti tanto a Saponara quanto a Mili San Marco, dove la bufera di vento ha alimentato le preoccupazioni dei residenti.