Messina, “il ferribotte non si tocca”: Pino chiede un confronto a Lupi

manifestazione vertenza stretto messina (47)Il più è fatto: l’intestazione di Palazzo Zanca c’è, il destinatario del messaggio (l’on. Maurizio Lupi) pure, il testo è bello e pronto, manca solo la firma del sindaco. Il comitato “Ilferribottenonsitocca” spinge l’acceleratore per impedire l’attuazione del piano di dismissione presentato a Febbraio da Rfi e lo fa con un’iniziativa originale.

Mostrando intraprendenza e sulla scorta della manifestazione di San Valentino, il Comitato ha redatto una lettera a nome di Accorinti nella quale si muovono al Ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture i rilievi sollevati da parte della cittadinanza circa il diritto alla continuità territoriale, leso nelle sue fondamenta.

Sabato il sottosegretario De Caro aveva confermato le anticipazioni delle scorse settimane, ribadendo come fosse intenzione del Governo modificare la vecchia impostazione dell’offerta commerciale: “si scenderà dai treni per attraversare lo Stretto da pedoni“, aveva affermato De Caro alimentando le preoccupazioni dell’Amministrazione cittadina. Non a caso Sebastiano Pino, assessore competente della Giunta Accorinti, aveva replicato invocando un incontro urgente per appianare le divergenze con gli enti locali.

Tutte le Amministrazioni presenti, compresa la vicepresidente della Regione, hanno non solo manifestato la netta opposizione a qualsiasi ipotesi di riduzione dell’offerta di treni e navi, ma hanno anche richiesto con forza un piano di investimenti e di perequazione infrastrutturale” ha sottolineato l’assessore comunale invitando il Governo ad aprire un tavolo istituzionale di confronto