Messina: recuperati 600 chili di rame di provenienza illecita, fermato un cittadino rumeno

rameNon è sfuggita ai poliziotti della Polizia Stradale l’autovettura che domenica notte scorsa viaggiava a velocità minima e con la parte posteriore visibilmente ribassata lungo il viadotto Ritiro, proprio in prossimità dello svincolo autostradale Boccetta. I sospetti degli agenti si sono rivelati fondati quando i due individui a bordo dell’auto, notati i poliziotti, hanno velocemente accostato e sono scappati dileguandosi giù per la scarpata. All’interno dell’auto c’erano stipati ben 600 chili di cavi di rame suddivisi in matasse di notevoli dimensioni, successivamente recuperati e sequestrati. Le immediate indagini hanno inequivocabilmente portato gli agenti a Mustafa Cristian, cittadino quarantaduenne di nazionalità rumena, pregiudicato e con precedenti specifici per furto, proprietario del mezzo contenente il rame, con tanto di chiavi inserite nel quadro d’accensione e chiavi di casa dimenticate all’interno. L’uomo è stato raggiunto ieri, intorno alle 12.30, all’interno di una sala bingo. Ha tentato, inutilmente, di scagionarsi sostenendo di aver venduto l’auto precedentemente ad un suo connazionale di cui però non è in grado di fornire alcun dato. Su disposizione dell’Autorità Giudiziaria è stato sottoposto a fermo di P.G. e trasferito presso la locale Casa Circondariale. Proseguono le indagini per individuare il complice.